Sampdoria, A.A.A. cercasi obiettivi

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

Roma, Milan e Bologna, tre vittorie che danno nuova linfa alla Sampdoria. Non meno di un mese fa, si paventava una nuova stagione da archiviare. Scenario peraltro sostenuto da statistiche e risultati oggettivi. Ma, come accade nel più classico dei film d’azione, la squadra di Marco Giampaolo ha saputo piazzare il colpo di scena. Sette reti realizzate, subendone solamente tre, riuscendo per giunta a battere due big. Classifica che ringrazia, e pratica salvezza archiviata. 
Nonostante l’ottima classifica, è diventata opinione comune  sottolineano che squadre come la Sampdoria, a questo punto del Campionato, rischiano di non aver più stimoli nel proseguo del torneo. In realtà, cercando di approfondire il discorso, la situazione, almeno in casa blucerchiata, potrebbe essere ben diversa. Alla fine della stagione mancano ancora quattordici giornate, arco di tempo che può suggerire eccome nuovi obiettivi da raggiungere. In primis, una realtà come quella della Sampdoria ha il dovere di valorizzare il proprio parco giocatori, mai come quest’anno così ricco di giovani promesse. Lavoro fin qui svolto egregiamente, e che nel corso del campionato potrebbe essere ulteriormente apprezzato, grazie alla definitiva consacrazione di alcuni elementi in rosa.

Leggi anche:  Dove vedere Milan Atalanta, live streaming Serie A e diretta TV Sky o DAZN?

In tal senso, Patrik Schick incarna perfettamente le vesti di un possibile ‘crack’. Sei centri in questo Campionato, giocando spesso solo degli scampoli di partita. A lui, si aggiunge Filip Djuricic. Il fantasista serbo, dotato di mezzi tecnici di alto profilo, si sta ritagliando un ruolo importante nella rosa di Giampaolo. Tanto da poter indurre l’ex tecnico empolese a dargli una maglia da titolare. Non da sottovalutare, poi, il valore economico che può avere un buon piazzamento in classifica. Come viene riportato da La Repubblica, riuscire a concludere la stagione, già solo nella parte sinistra della classifica, farebbe incassare alla Sampdoria più di 3 milioni di euro. Milioni che si ridurrebbero ad uno soltanto, in caso si dovesse scendere sotto il decimo posto. Oggi, dopo il filotto di tre vittorie consecutive, il Doria viaggia a trentatrè lunghezze, solamente due in meno rispetto al Torino che occupa la nona piazza. Ad onor del vero, il fatto di superare i granata non porterebbe nessun cospicuo vantaggio economico. Difatti, il salto vero e proprio lo si ha dall’ottavo posto in sù, attualmente occupato dalla Fiorentina che si porterebbe a casa oltre 4 milioni di euro. Ma l’ottavo posto, porterebbe benefici non soltanto di carattere finanziario. Raggiungerlo e mantenerlo, significherebbe qualificarsi direttamente agli Ottavi di Finale di Coppa Italia, evitandosi due turni preliminari in più, che la stessa Sampdoria ha dovuto disputare quest’anno. Tre motivi per regalare emozioni ai tifosi, tre motivi per scendere in campo dando sempre il massimo, senza dimenticare la rivalità cittadina.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: