Altro che Champions League, ieri era il giorno del “derby dell’orgoglio” San Marino-Andorra. Ecco com’è finito

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui

San Marino-AndorraMa quale Champions League. Il vero match interessante e tutto da seguire ieri non era Porto-Juventus, ma San Marino-Andorra. Il derby dell’orgoglio, come era stato ribattezzato dalla stampa alla vigilia. Una partita tra le due cenerentola delle competizioni europee che, alle fasi finali di Mondiali o Europei, non sono mai approdate. Una sfida che per loro valeva molto di più dell’intera competizione della Champions League, il trofeo per club più ambito dalle squadre d’Europa. Perchè ieri, nonostante fosse solo un’amichevole, al San Marino Stadium le due compagini si sfidavano appunto per l’orgoglio: perchè entrambe dovevano sfatare il tabù vittoria.
Sono 74 le partite senza successo per i Titani: l’ultima vittoria per la nazionale Sammarinese (e anche l’unica), risale al lontanissimo 28 Aprile 2004, quando in amichevole sconfissero il Liechtenstein 1-0.
Per quanto riguarda Andorra, invece, il piccolo enclave situato tra Spagna e Francia non ottiene la vittoria da ben 86 gare. L’ultima risale sempre al 2004, il 13 Ottobre per la precisione, quando gli andorrani (non è una parolaccia) sconfissero la Macedonia 1-0 nel match valevole per le qualificazioni mondiali.
Rispettivamente ultima e penultima nel Ranking Mondiale, lo score parla per loro. Partite ufficiali giocate da San Marino (dal 1988) 138: perse 133, pareggiate 4. Partite ufficiali giocate da Andorra (dal 1996) 139: 3 vittorie, 12 pareggi, 126 sconfitte.

Leggi anche:  Udinese, Lasagna pronto alla cessione con il Verona

San Marino-Andorra 0-2

San Marino è più cenerentola di Andorra. Questo perchè il match è finito 2-0 in favore degli ospiti. Al San Marino Stadium arbitrava Massimiliano Irrati (dal 2013 in Serie A con 64 fischi iniziali ad oggi e alla prima presenza in campo internazionale). Con un gol per tempo Andorra si mostra più forte di San Marino. Il primo al 28esimo minuto del primo tempo: calcio di rigore per Andorra, batte Lima ma il portiere del San Marino Benedettini respinge. Sulla ribattuta però Lima è più svelto di tutti e ribadisce in rete. Il secondo gol arriva nella ripresa, al minuto 75: C. Martinez ruba palla alla difesa sammarinese e involandosi verso la porta batte Simoncini (entrato a inizio ripresa per sostituire Benedettini) per il 2-0 in favore degli ospiti.
Nulla da fare dunque per i Titani: dovranno attendere ancora per la vittoria che manca da 13 anni.

  •   
  •  
  •  
  •