Serie A, Palermo – Sampdoria, le probabili formazioni. Ultima chiamata per i rosanero. Blucerchiati in cerca del terzo successo in trasferta

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

Sampdoria impegnata alla Favorita. In caso di successo i blucerchiati potrebbero superare il Torino, impegnato con i Viola a Firenze

Domenica alle ore 12:30 la Sampdoria sarà di scena in quel di Palermo. In trasferta, i blucerchiati hanno collezionato 9 punti, figli di due vittorie, tre pareggi e sette sconfitte. Visto le recenti prestazioni degli uomini di Giampaolo, 10 punti nelle ultime quattro partite, l’obiettivo è di migliore il ruolino di marcia lontano da Marassi.
Da capire quanto potrà incidere l’assenza di Torreira, sorpresa assoluta di un centrocampo ricco di elementi con ottime prospettive. Seppur sulla carta possa sembrare un match scontato, non bisogna fare l’errore di sottovalutare i rosanero. Basti pensare che l’ultima vittoria del Doria in casa del Palermo risale al 2008, quando i blucerchiati, guidati da Walter Mazzarri, si imposero con il risultato di 2-0. Dopo la partenza di Quaison, Nestorovski è rimasto il solo punto di riferimento in avanti. Se Diamanti, diventato un rincalzo di lusso, dovesse partire ancora dalla panchina, il macedone sarebbe l’unico vero pericolo di cui preoccuparsi.

Leggi anche:  Juve Stabia Casertana 0-2: Turchetta e Castaldo gol, Vespe ko al Menti

INDISPONIBILI E SQUALIFICATI
Diego Lopez
, subentrato a Corini, dovrà fare a meno di Stefan Silva, causa lesione muscolare, Rajkovic e Pezzella. A questi si aggiunge Embalo. Il centrocampista guineense, a seguito di un trauma distorsivo al ginocchio, difficilmente potrà essere disponibile contro la Samp. Vuota, invece, l’infermeria blucerchiata. Mister Giampaolo potrà contare sull’intero organico, ad eccezione, come già detto, di Torreira. Il centrocampista uruguaiano, dopo l’ammonizione rimediata con il Cagliari, salterà il match alla Favorita per squalifica. Sempre per squalifica sarà assente Goldaniga fra le fila rosanero.

LE PROBABILI FORMAZIONI
Con l’avvento dell’ex allenatore cagliaritano, Diego Lopez, il Palermo scenderà in campo con un 4-3-3. In porta Posavec. Davanti a lui, linea a quattro con Rispoli, Gonzalez, Andelkovic e Aleesami. Non da escludere che allo stesso Andelkovic possa essere preferito Cionek. A centrocampo Jajalo sarà affiancato da Bruno Henrique e Chochev, quest’ultimo in ballottaggio con Gazzi. In avanti, tridente offensivo. Punta centrale Nestoroviski, capocannoniere dei rosanero, con Sallai e uno fra Balogh, Diamanti o Trajkovski sugli esterni. Modulo certo anche in casa Samp, con l’ormai collaudato 4-3-1-2. Viviano, recuperato al meglio, guiderà un retroguardia blucerchiata composta da Bereszynski, Skriniar, Silvestre e Pavlovic. Lo svizzero, infatti, potrebbe essere ancora preferito a Regini. Passando alla linea mediana, data per certa la presenza di Barreto, gli altri due posti dovrebbero essere ricoperti da Cigarini, visto l’assenza di Torreira, e Djuricic. Il serbo, dopo le ottime prestazioni da subentrante, avrà un’occasione dal primo minuto. In attacco, conferma quasi certa per il duo Muriel-Quagliarella. Proprio l’ex attaccante granata, dopo aver risolto le sue note vicende personali, potrebbe aver trovato nuova linfa da spendere in campo. A supporto dal primo minuto il belga Praet, in vantaggio su Fernandes.

Leggi anche:  Atalanta, tre competizioni e una fame senza limiti. Entusiasmo alle stelle

PALERMO (4-3-3): Posavec, Rispoli, Gonzalez, Andelkovic, Aleesami, Bruno Henrique, Jajalo, Chochev, Balogh, Nestorovski, Sallai. All. Diego Lopez

SAMPDORIA (4-3-2-1): Viviano, Bereszynski, Skriniar, Silvestre, Pavlovic, Barreto, Cigarini, Djuricic, Praet, Muriel, Quagliarella. All. Giampaolo

  •   
  •  
  •  
  •