Serie A, Milan-Sampdoria, le dichiarazioni nel postpartita. Giampaolo elogia i suoi. Scintille fra Montella e Bacca

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

Luis Muriel, con il rigore trasformato al Meazza sale a quota otto goal in Campionato

La Sampdoria ci ha preso gusto. Dopo aver battuto in rimonta la Roma di Luciano Spalletti, i blucerchiati sbancano il Meazza. Decisivo il rigore trasformato da Luis Muriel. Un Milan, capace di rendersi pericoloso più volte sotto porta, ha dovuto fare i conti con un super Viviano, tornato fra i pali dopo un lungo stop. Fra i doriani ottime le prestazioni di Skriniar e Djuricic, quest’ultimo subentrato nella ripresa. Nei rossoneri buona la prova di Paletta, macchiata dal fallo da cui è scaturito il goal su penalty e di Suso. Ancora una volta deludente Bacca in attacco.

Serie A, Milan-Sampdoria le dichiarazioni post partita

Marco Giampaolo: “Non capita tutti gli anni di battere il Milan. E’ una grande vittoria, di prestigio, che aggiunge linfa ad una squadra giovane che vuole ambire a crescere. Oggi ci hanno costretto a fare una partita diversa, i rossoneri hanno cambiato sistematicamente fronte d’attacco e noi non riuscivamo ad assorbire sulle fasce. Hanno grande merito in palleggio, ma noi dietro abbiamo fatto una gara di qualità. C’è stato dispendio di energie, ma non ci siamo disuniti: abbiamo concesso qualcosa e poi i nostri sostituti sono stati bravi. Muriel? E’ forte perché imprevedibile nell’uno contro uno. Il futuro dipende da lui e non da me, dipende quali ambizioni ha”.  Sulle parole di stima di Adriano Galliani, dopo che l’allenatore, oggi alla Sampdoria, è stato vicino alla panchina rossonera: “Sì, ma si fanno anche tante chiacchiere. Ringrazio di cuore Galliani, c’è grande stima reciproca. Se mi stufa in estate essere solo accostato alle big? Io le chiamo opportunità, non delusioni”.

Leggi anche:  Roma, al via l'accelerata per l'attaccante svedese

Carlo Osti:  “Il nostro obiettivo non è cambiato: vogliamo giocare di domenica in domenica senza guardare la classifica. Abbiamo tanti giovani, il nostro è un campionato difficile dal punto di vista tattico. L’importante sarà mantenere questa ossatura per il futuro se vogliamo alzare l’asticella. Schick? Non sono arrivate chiamate, ma è ancora presto: deve ancora lavorare, ha le potenzialità per diventare un grande giocatore. Muriel? Quest’anno ha trovato una certa continuità rispetto al passato, se rimane su questi livelli può fare il definitivo salto di qualità“.

Luis Muriel: “Questa Sampdoria ha fatto sempre il suo dovere. Ci mancava solo il risultato, le prestazioni ci sono sempre state. Vogliamo fare più punti possibili. Il mister ci chiede tanto, ma rispetto a Quagliarella, faccio meno e lo ringrazio. Anche lui si merita di più“.

Leggi anche:  Dove vedere Milan Genoa Primavera, streaming gratis e diretta TV in chiaro

Vincenzo Montella: “Ho visto una grande partita della mia squadra, che però doveva velocizzare il gioco nel secondo tempo. Si può fare meglio negli ultimi trenta metri, anche dal punto di vista delle soluzioni. Ma non posso rimproverare nulla ai miei calciatori, hanno fatto una buona prestazione. E’ un periodo così, difficile da spiegare: siamo dispiaciuti, ma il calcio è anche questo. Bisogna mantenere la serenità per proseguire questo cammino, siamo sulla strada giusta. La squadra è cresciuta molto rispetto all’andata, non è depressa e credo sia evidente la nostra crescita: dominiamo la gara anche con squadre più blasonate, abbiamo bisogno di entrare in Europa e dobbiamo crederci fortemente. Io ci credo. Bacca? Non so la sua reazione dopo la sostituzione. Le scelte spettano a me, lui deve fare il suo dovere come ha sempre fatto fino ad oggi. Il giocatore non vuole mai uscire dal rettangolo di gioco. Non c’è nessun problema”.

  •   
  •  
  •  
  •