UEFA Youth League, Ajax-Juventus 2-0: bianconeri eliminati dalla competizione

Pubblicato il autore: Lorenzo Segui

Juventus fuori ai sedicesimi di finale della UEFA Youth League

La Juventus di Fabio Grosso saluta la UEFA Youth League a causa della sconfitta sul campo dell’Ajax.
Rimane in corsa, fra le squadre italiane, la Roma di Alberto De Rossi, impegnata domani in casa contro il Monaco.

AJAX-JUVENTUS 2-0 (44′ Eiting, 48′ Sierhuis)

TABELLINO PARTITA
AJAX (4-3-3): Van Bladeren; Bakker, Kemper, Sidoel, Zeefuik; De Wit, Eiting, Lang (dal 42’st Ter Heide); Boultam (dal 1’st Redan), Sierhuis, Lopez (dal 21’st Matusiwa). All. Aron Winter
JUVENTUS (4-3-1-2): Audero; Tripaldelli, Andersson, Vogliacco (dal 30’st Leris), Semprini; Kanoute, Toure, Muratore; Clemenza (dal 37’st Mosti); Kean, Zeqiri (dal 15’st Pereira). All. Fabio Grosso

Arbitro: Bojan Pandzic (Svezia).
Assistenti: Stefan Hallberg (Svezia) e Peter Magnusson (Svezia)

NOTE –
Ammoniti: Vogliacco (J) al 6’pt, Clemenza (J) al 45’pt, Muratore (J) al 9’st, Kean (J) al 38’st, De Wit (A) al 36’pt, Kemper (A) al 27’st.

Condizioni di gioco piuttosto difficili; ad Amsterdam si è giocato sul sintetico e il campo non era in ottimo stato, a causa della pioggia caduta copiosa per tutto l’arco del match.
Primo giallo della sfida per Alessandro Vogliacco dopo appena sei minuti: il giocatore bianconero ha fermato irregolarmente una ripartenza dell’Ajax ed è finito inevitabilmente sul taccuino dell’arbitro, lo svedese Bojan Pandzic.
Fase di studio nei primi dieci minuti del primo tempo, con nessuna azione degna di nota da entrambe le parti.
L’Ajax si è messo in mostra con diversi cross di Boultam, che però non è quasi mai riuscito a servire compagni di squadra all’interno dell’area di rigore. Un solo intervento di Audero dopo 13′.
Al 17′ prima occasione per la Juventus. Da calcio di punizione, Clemenza ha messo in area un ottimo pallone all’indirizzo di Kean, che non è riuscito ad imprimere la giusta forza al pallone, terminato tra le braccia dell’estremo difensore olandese Van Bladeren.

In due minuti, l’Ajax prova due conclusioni verso la porta. Nessun problema per il portiere di origini indonesiane Emil Audero, chiamato dalla prima squadra dove fa il terzo portiere alle spalle di Buffon e Neto.
Pericolosa la Juventus al 22′. Una serie di rimpalli favoriscono Zeqiri, che nell’andare ad intercettare il pallone viene a contatto con Van Bladeren. Fallo in attacco e punizione per i padroni di casa, giusta decisione di Pandzic.
Al 28′ ancora Juventus protagonista, sempre con Andi Zeqiri: il numero 19 bianconero prova col sinistro ma il tiro non è dei migliori e viene bloccato dal portiere dell’Ajax.
Al 34′, scontro fra Kanoute e Lopez. Ad avere la peggio è quest’ultimo, che dopo l’intervento dei sanitari dell’Ajax rientra comunque in campo e prosegue il suo match. Ammonito, poco dopo, De Wit per un fallo sul capitano bianconero Luca Clemenza.

Ajax ad un passo dal vantaggio con Kaj Sierhuis che, ad un passo dalla porta, non riesce ad infilzare Audero e guadagna un calcio d’angolo.
Cinque minuti al termine del primo tempo e OCCASIONISSIMA per la JUVENTUS, con Clemenza che ha calciato con il destro ma il pallone ha prima colpito il palo e poi attraversato l’intera linea di porta, tornando in possesso palla per l’Ajax. E’ ancora Juventus al 42′: Kanoute viene servito da Clemenza ma calcia male col destro e la sferta termina sul fondo.

SPLENDIDO GOL AL 44′: missile di Carel Eiting da fuori area, 1-0 Ajax. Un vero peccato per la Juventus, colpita nel suo momento migliore dal capitano dei biancorossi.
Allo scadere, ammonito Luca Clemenza, autore fino a qui di una buona prestazione.

Il secondo tempo parte con una sostituzione per i padroni di casa: Winter preleva Boultam ed inserisce il giovanissimo Redan, classe 2001.
RADDOPPIO AJAX AL 48′! Gol del numero 9 Kaj Sierhuis col sinistro; nulla da fare per Emil Audero. Si è concluso
male il primo tempo ed è iniziato ancor peggio il secondo: Ajax 2, Juventus 0.
Dopo il gol del 2-0, sono poche le occasioni della Juventus per riaprire il match: la formazione di Fabio Grosso è pericolosa solamente con Kean, che su calcio di punizione trova due volte la porta.
Sierhuis, autore del secondo gol, cerca di superare nuovamente Audero al 79′ ma l’estremo difensore italiano non si fa sorprendere. Non passa nemmeno un minuto che Kean colpisce la parte esterna del palo; bianconeri vicini al gol dell’1-2, che peccato! E’ il secondo legno colpito dalla Juventus nel corso del match dopo l’occasione di Clemenza al 40′ della prima frazione.
All’83’, Fabio Grosso toglie capitan Clemenza (la fascia passa ad Audero) per inserire Nicola Mosti, con l’obiettivo di provare a ribaltare l’esito della partita.
Ottimo intervento di Audero nel recupero, evitato il 3-0 Ajax grazie a una prodezza del giovane portiere juventino.
Dopo tre minuti aggiuntivi, il direttore di gara Pandzic decreta la fine della partita: la Juventus abbandona la UEFA Youth League a causa della sconfitta per 0-2 sul campo dell’Ajax.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Christian Eriksen verrà operato al cuore: defibrillatore per il danese