Vittoria all’inglese per la Biagio Nazzaro

Pubblicato il autore: Giovanni Romagnoli Segui

Biagio NazzaroLa Biagio Nazzaro non manca il bersaglio grosso e pur senza brillare come in altre uscite, supera all’inglese l’Helvia Recina con pieno merito.

Le emozioni latitano per buona parte del match ma quando c’è qualcosa da segnalare, al di là delle ammonizioni (comunque poche) e i cambi, lo si fa sempre per annotare occasioni importanti o addirittura gol. Due nello specifico, uno per tempo. Il primo, al 14′, porta la firma dell’under Pieralisi, lesto a fiondarsi su un pallone alto al limite dell’area piccola e a piazzare il mancino al volo alle spalle di Rocchi. Un paio di minuti prima ci aveva provato Mandorlini ma il suo destro a giro era uscito di poco alla sinistra di Lombardi.
Dopo il vantaggio rossoblu la partita scorre via veloce, le squadre non riescono a produrre granché a livello offensivo, ma lo spettacolo è comunque gradevole. Sul finale di tempo ci prova Carboni su punizione ma la palla si spegne a lato.

Leggi anche:  Nico Gonzalez alla Fiorentina: cifre e dettagli dell'accordo

La ripresa per esattamente trenta minuti regala solo sbadigli così da registrare ci sono solo le prime sostituzioni. Qualcosa doveva però succedere perché non era credibile che l’Helvia Recina accettasse senza lottare la sconfitta ed ecco puntuale la fiammata ospite. Mandorlini al limite dell’area piccola spara una fucilata che si stampa all’incrocio. Mani nei capelli per gli uomini di Lattanzi, ma sarebbe stato tutto vano perchè l’assistente dell’arbitro aveva alzato la bandierina.
La partita si anima improvvisamente e sul capovolgimento di fronte Pieralisi potrebbe raddoppiare se non fosse per una provvidenziale uscita bassa di Rocchi. Il 2 a 0 arriva appena un minuto dopo quando al 32′ Sampaolesi recupera con caparbietà un pallone e con altrettanta foga porta avanti la sfera fino all’area avversaria. L’appoggio per Alessandroni è un assist al bacio che va solo spinto in rete.
La partita è virtualmente chiusa ma i maceratesi avrebbero l’occasione per riaprirla al 34′ sbagliando però sotto porta il più facile dei gol.

Leggi anche:  MotoGP, Marquez l'uomo da battere al Sachsenring

TABELLINO
BIAGIO NAZZARO 2 – HELVIA RECINA 0
BIAGIO NAZZARO: Lombardi, Medici (64′ Parasecoli), Domenichetti, Focante, Giovagnoli, Cecchetti, Sampaolesi, Rossini, Pieralisi, Giampieri (78′ Cavaliere), Alessandroni (80′ Negozi). A disposizione: Marziani, Liguori, Clementi, Carnevali. All. Malavenda
HELVIA RECINA: Rocchi, Silvetti Montanari (62′ Di Crescenzo), Ionni, Mengoni, Tacconi, Romansky, Carboni, Mandorlini, Domizioli (80′ Danchivskyi), Rocci (78′ Francioni). A disposizione: Maccari, Argalia, Di Stefano. All. Lattanzi
RETI: 14′ Pieralisi, 77′ Alessandroni
ARBITRO: Gregori della Sezione di Pesaro. Assistenti: Scarpetti e Cosignani della Sezione di San Benedetto del Tronto
Note: Spettatori 300 circa. Ammoniti: Cecchetti, Domizioli, Mengoni e Tacconi. Calci d’angolo: 2-1.

Tre punti che confermano il buono stato di forma degli uomini di Malavenda, ormai stabilmente nelle zone nobili della classifica, sul gradino più basso del podio. Scivolone che invece lascia l’Helvia Recina a sole 3 lunghezze dallo straripante Urbania che a suon di risultati utili sta mettendo paura a tutte le squadre fino a poco fa in zone tranquille di classifica.

  •   
  •  
  •  
  •