Buffon, un futuro da ds per il portiere bianconero?

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Buffon

Buffon, portiere della Juventus, continua a stupire tutti in campo con le sue prodezze e i suoi record. Un leader fuori e dentro il campo, si è dimostrato un vero e proprio capitano: alla Juventus è riuscito sempre a tenere unito il gruppo e a motivarlo in seguito ad ogni sconfitta, mentre in Nazionale ha saputo tener testa e strigliare, quando necessario, Mario Balotelli.
Il portiere bianconero si avvia verso i 40 anni e nonostante la sua età, appare ancora in una condizione fisica ottimale. Già da tempo ha preannunciato che si ritirerà dalla Nazionale dopo Russia 2018, ma continuerà ancora la sua avventura in bianconero. Bisogna tener presente però che Buffon sul terreno di gioco non potrà essere eterno, ecco quindi un probabile scenario futuro prospettato da Tuttosport per la sua carriera post calcio giocato.
Buffon infatti, potrebbe rivestire in futuro, il ruolo di direttore sportivo, non sostituendo la coppia Marotta-Paratici, ma affiancandoli in questo ruolo e diventando così uno scopritore di talenti. Se l’ipotesi dovesse nel tempo trovare una conferma e diventare realtà, per la Juventus sarebbe ancora una volta, un importante valore aggiunto

Leggi anche:  Italia, partenza col botto, ma piedi per terra

Malagò: “Buffon è un patrimonio del calcio mondiale”

Buffon ha estimatori in tutto il mondo. Quando, tra qualche anno appenderà le scarpette al chiodo, si aprirà la caccia al suo degno erede. In questo momento il candidato numero uno a ripercorrere le sue orme è il portiere rossonero Donnarumma. Portare il rossonero in bianconero, non sarà una trattativa semplice, ma Marotta e Paratici ce la metteranno tutta per portare il giocatore a Torino.
Intanto, anche il presidente del Coni Malagò, ha speso parole importanti nei confronti di Buffon, che venerdì nella sfida contro l’Albania, conquisterà il traguardo delle 1000 partite tra Nazionale e club. Al termine del forum sull’economia digitale “Now is next”, organizzato da Confindustria Giovani imprenditori, ha elogiato così Buffon: “Ha fatto una carriera pazzesca con numeri impressionanti, sia con la maglia della Nazionale che a livello di club, con la Juventus in primis. Lui è un patrimonio non solo del calcio italiano, ma del calcio mondiale e dello sport a tutti i livelli. Sono molto orgoglioso che sia italiano e di essere un suo amico: è una persona che stimo tantissimo non solo come atleta, ma proprio come uomo”.

  •   
  •  
  •  
  •