Closing Milan, proroga al 31 marzo con nuova caparra da 100 milioni per i cinesi

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Closing Milan, nuovo rinvio della chiusura dell’operazione

Closing Milan, nuovo rinvio. Ennesimo colpo di scena nella vicenda legata al passaggio di proprietà da Fininvest alla cordata cinese capeggiata dalla SES del club rossonero. La scadenza del 3 marzo non potrà essere rispettata dagli investitori cinesi a causa di alcuni problemi legati al trasferimento dei capitali necessari per completare l’operazione. I 420 milioni di euro che si pensava dovessero arrivare nelle casse Fininvest tra oggi e domani non giungeranno a Milano ed il closing, dopo il primo stop dei mesi scorsi, si impantana nuovamente. Closing Milan, cosa succede adesso? – Venerdì è in programma il Consiglio di Amministrazione del Milan che si svolgerà regolarmente nonostante la mancata chiusura dell’affare con i cinesi. E’ molto probabile che verrà data un’ulteriore proroga agli investitori cinesi con scadenza al 31 marzo. Entro quella data dovranno giungere in Italia i soldi necessari per la chiusura dell’affare. Non più 420 milioni ma 100 in meno. Infatti il Milan, a fronte dell’ennesima richiesta di tempo da parte dei cinesi, si cautelerà chiedendo in cambio della proroga il versamento di un’ulteriore caparra (dopo quelle già versate) di altri 100 milioni di euro. Se gli investitori cinesi non dovessero avallare questa richiesta c’è il rischio che l’operazione possa saltare definitivamente. Ma all’orizzonte questa sembra essere una eventualità remota in quanto in casa Milan c’è ancora molta fiducia sul buon esito dell’operazione.
Intanto sono iniziano a delinearsi i nomi dei futuri componenti del nuovo Consiglio di Amministrazione del club rossonero che si costituirà dopo il closing. I tre italiani saranno Marco Fassone, che ricoprirà anche l’incarico di Amministratore Delegato, Roberto Cappelli, che in passato ha rivestito anche il ruolo di presidente della Roma nei giorni del passaggio dai Sensi a Di Benedetto, e Marco Patuano, “innamorato” di Savicevic ed amministratore delegato di Edizioni Holding, azienda controllata da Benetton. Per quanto riguarda la “parte” cinese invece due dei tre componenti saranno Yonghong Li ed Han Li.

Leggi anche:  De Ligt replica le critiche di Van Basten: il difensore senza paura
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: