Closing Milan, proroga in forse. Ora la cessione è a forte rischio

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui
Cessione Milan

Cessione Milan: Berlusconi potrebbe non concedere la proroga al gruppo cinese. Le ultime

Non c’è pace per il Milan. E’ di qualche istante fa la notizia, riportata dall’emittente televisiva Sky Sport, di un possibile no definitivo di Berlusconi alla proroga chiesta dalla Sino-Europe Sports, cordata cinese interessata all’acquisto del club meneghino. Il closing ci sarebbe dovuto essere nella giornata di domani, poi l’improvviso stop di ieri. La cordata cinese non dà garanzie, probabilmente nemmeno per il versamento dei 100 milioni di caparra (sarebbe la terza rata) per ottenere una nuova, ennesima, proroga di un mese. Sempre secondo l’emittente televisiva il presidente del Milan, sarebbe a questo punto, tentato di tenere la società e di far saltare definitivamente la trattativa con la Sino-Europe Sports. L’esperto Peppe Di Stefano spiega anche che potrebbero tornare alla carica altre cordate, visto l’andamento della cessione Milan alla SES. Ma per il momento sono soltanto voci. Quel che sembra certo è che in queste ore Berlusconi si starebbe convincendo a non cedere il club rossonero.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Ultim’ora closing Milan: Berlusconi verso il no a SES, si attende la mezzanotte

Come spiegato sempre dal giornalista Di Stefano se non dovessero arrivare comunicazioni ufficiali da Finivest o da Sino-Europe Sport in merito alla proroga di un ulteriore mese per il closing, la trattativa per la cessione Milan salterebbe automaticamente allo scoccare della mezzanotte. Alla base del definitivo tracollo della trattativa tra i due gruppi ci sarebbe l’irritazione del presidente Berlusconi per il comportamento della cordata cinese, poco solida a suo modo di vedere. In una trattativa così lunga e complessa, però, i colpi di scena sono dietro l’angolo. Ecco quindi che per avere un quadro della situazione molto più nitido e completo bisognerà attendere ancora qualche ora.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: