De Laurentiis minaccia di far scendere la Primavera nel ritorno al San Paolo

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

pagelle juventus napoli
Dopo la semifinale di Coppa Italia, o Tim Cup come vuole il tanto invadente marketing, il caos scaturito dalle decisioni di Valeri in Juventus-Napoli, sta raggiungendo il limite. Critiche del Napoli alla Rai, per la telecronaca alquanto faziosa dei telecronisti Gianni Cerqueti e Roberto Rambaudi, che hanno scatenato la rabbia di parecchi sostenitori azzurri i quali non hanno notato un minimo di imparzialità da parte della tv di Stato. I conduttori Marzocchi ed Antinelli, non hanno accettato per niente l’attacco della società partenopea, che spingeva i suoi tifosi, nel non ascoltare più i commenti delle gare. Soprattutto Marco Mazzocchi, invece di essere un minimo obiettivo, dava colpa alla difesa del Napoli, sul primo rigore subito dopo nemmeno due minuti del secondo tempo.

Reina,interviene e si dice “incazzato”, in seguito al probabile rigore non fischiato a Raul Albiol per il fallo in area bianconera commesso da Pjanic, che poi scatenerà il contropiede bianconero, con il fallo del portiere spagnolo su Cuadrado. Scatenati anche altri giornalisti, poco obiettivi, nell’ammettere un evidente fallo, che, a titolo nazionale, solo la Gazzetta dello Sport ha riconosciuto. Commenti come quello del commentatore fazioso juventino Zuliani, che addirittura dice tramite un video, ai napoletani di “vergognarsi, di giocare tornei di parrocchia, che non meritano nemmeno di frequentare l’Europa”. Dopo lo sfogo di Giuntoli, gira voce che Aurelio De Laurentiis, nella gara di ritorno, vuol fa scendere in campo la squadra Primavera. Cosa mai successa prima. Allora, le accuse dell’Inter, dopo la gara di campionato, erano ben fondate?  Evidentemente in Italia, c’è ancora da stabilire qualcosa, per far si che tutti abbiano le possibilità di poter vincere qualcosa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Cagliari, si riparte da Di Francesco