Eredivisie Calendario: 26esima giornata, occhi puntati su Feyenoord-Alkmaar

Pubblicato il autore: lorenzo muffato Segui


La Eredivisie 2017 è arrivata alla 26.a giornata in programma tra sabato 11 e domenica 12 marzo. Con l’incredibile sconfitta del Feyenoord nel derby contro i cugini dello Sparta Rotterdam la scorsa settimana, il campionato olandese è nuovamente riaperto. Peccato però che anche l’Ajax, non abbia ottenuto bottino pieno contro il Groningen così da restare distaccato dalla capolista 4 lunghezze. Recupera tre punti la terza della classe, il PSV che ora dista 8 punti dal Feyenoord. Andiamo a vedere il programma dell’Eredivisie per questa 26esima giornata che si aprirà stasera, venerdì 10 marzo.

Eredivisie Calendario- Ad aprire il weekend del “campionato del goal” saranno Vitesse contro Sparta Rotterdam. Lo Sparta Rotterdam è senza dubbio tra le ali dell’entusiasmo, avendo vinto la stracittadina contro la capolista Feyenoord e non perdendo da 3 turni. Anche se la situazione attuale può far rilassare la squadra di Pastoor poiché la zona retrocessione si è leggermente allontanata. Per il Vitesse sarà importantissimo riuscire a centrare la vittoria per restare a ridosso della zona Europa League, attualmente distante un punto. Il tecnico Fraser punterà tutto su Van Wolfsvinkel autore di 12 reti in campionato, a segno anche nell’ultima partita che ha visto i gialloneri uscire sconfitti dal IJssdelta Stadium di Zwolle per 3 a 1, e le motivazioni per lui non mancano, dato che insegue l’attuale capocannoniere Jorgensen del Feyenoord fermo a 15 reti per il miglior realizzatore d’Olanda.

Leggi anche:  Fiorentina, 6 riflessioni in un mercato estivo

Calendario Eredivisie le partite di sabato 11 marzo. Queste le sfide in programma domani, sabato 11 marzo: Den Haag-Nijmegen (18:30); G.A. Eagles-PSV (19:45); Heracles-Utrecht (19:45); Excelsior-Heerenveen (20:45). Tra le partite del sabato occhi puntati sull’ADO Den Haag che sta attraversando un momento di forma terribile. Il club capitolino non vince da 9 partite, ed ha raggiunto così l’ultima posizione in campionato. Servirà una vittoria a tutti i costi per cercare di rimettersi in carreggiata e provare ad uscire dalla zona retrocessione. Sono 10 anni che la squadra dell’AIA non retrocede, dal 18esimo, ovvero ultimo posto, arrivato nell’annata 2006/07. Successivamente l’ADO si è consolidata come una squadra e società, ben impostata e difficile da battere. Una sfida che può interessare i gialloverdi è sicuramente quella tra G.A. Eagles contro il PSV. I campioni d’Olanda non devono perdere terreno per restare dentro la corsa al titolo e l’ADO guarderà con apprensione il match visto che anche l’Eagles vacilla tra la salvezza e la retrocessione.

Leggi anche:  Moggi sicuro: "Ecco chi vincerà lo scudetto. Ora il Napoli è più forte della Juventus. Sarri è un traditore..."

Eredivisie, i match di domenica 12 marzo. Queste le partite della domenica: Willem II-Zwolle (12:30); Feyenoord-Alkmaar (14:30); Roda-Groningen (14:30); Ajax-Twente (16:30). Sorride la squadra allenata da Philippe Cocu, le dirette concorrenti, nei match domenicali, si trovano davanti a sfide piuttosto complicate. I primi della classe affronteranno i signori del formaggio. La squadra di Van Bronkhorst sarà ancora scossa dalla tremenda e inaspettata sconfitta nel derby di Rotterdam per 1-0. Kuyt (7 reti e 4 assist) e compagni, spinti dal tifo incessante del pubblico del De Kuip cercheranno di piegare l’insidiosa compagine biancorossa. Per gli ospiti, sarà importante guardare il risultato delle inseguitrici, in special modo del Vitesse, in quanto sono 3 i posti disponibili per 4 squadre nella corsa all’Europa. Uno di questi è di fatto già appannaggio dell’Utrecht, salvo sorprese dell’ultimo minuto. Il Feyenoord è ancora imbattuto tra le mura amiche. Per l’AZ paradossalmente il ruolino di marcia è migliore in trasferta rispetto al rendimento casalingo. Per l’Ajax quello con il Twente è un vero e proprio derby che infiammerà l’Amsterdam Arena. La squadra di Amsterdam è stata sconfitta ieri, giovedì 9 marzo, in Europa League per 2-1 (a segno Doldberg) contro il Copenaghen, un risultato che lascia comunque ancora speranze alla squadra di Peter Bosz per quanto riguarda la sfida di ritorno.

  •   
  •  
  •  
  •