Figc, Tavecchio: “Voglio completare il rinnovamento”.

Pubblicato il autore: Alessio Prastano Segui


Ai microfoni del quotidiano torinese “La Stampa“, il presidente della Figc Carlo Tavecchio ha lasciato alcune dichiarazioni in vista delle elezioni per eleggere il nuovo capo della federazione, in programma lunedì prossimo. Sono parole, quelle di Tavecchio, in cui emerge grande stupore per la candidatura di Andrea Abodi, attualmente ai vertici della lega di Serie B: “Non me l’aspettavo di averlo come avversario“. Tavecchio, all’interno dell’intervista, descrive poi il rapporto con il presidente della Juventus Andrea Agnelli: “Ci siamo conosciuti meglio“.

Il capo della Figc non comprende la contrapposizione di Abodi, in quanto: “Ha firmato ogni mia delibera, ha appoggiato ogni bilancio federale. Pensavo di dover sfidare un ex grande giocatore“. Tavecchio è contento della sua presidenza in federazione, ma al tempo stesso: “Voglio completare il rinnovamento. La decisione che mi rende più orgoglioso? – continua Tavecchio – La riduzione delle rose, il sistema che obbliga i club a programmare il loro futuro per non correre il rischio di rimanere fuori dai campionati e i centri federali per far crescere i giovani talenti“.

Leggi anche:  SerieA, sottosegretario Costa: "Ad agosto la Serie A ripartirà col 25% del pubblico"

Senza dubbio, in questi anni la Figc ha fatto enormi passi in avanti, tanto che Tavecchio è riuscito ad accrescere il rapporto di stima con Andrea Agnelli: “Il presidente della Juve è stato molto critico con me, prima ancora che venissi eletto nell’agosto di tre anni fa. Ci siamo conosciuti meglio, abbiamo lavorato fianco a fianco nel consiglio della Federazione, tanto che un giorno mi ha detto: le cose stanno andando bene. Lo stimo, ci siamo parlati spesso anche ultimamente“.

Tavecchio è fiero del lavoro fatto in Europa: “A livello UEFA abbiamo fatto passi in avanti. Se sarò rieletto proporrò la nostra candidatura a Euro 2028“.

  •   
  •  
  •  
  •