Il Real Madrid alloggerà a Napoli all’Hotel Caracciolo

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui


Il Real Madrid, sarà a Napoli lunedì  6 marzo, ed arriverà in città entro le ore 13, ed alloggerà all’Hotel Caracciolo ubicato in Via Carbonara, nel pieno centro storico della città partenopea. La zona sarà tenuta sotto controllo da migliaia di agenti, anche per la curiosità dei cittadini napoletani, di incontrare “las merengues” , i Campioni del Mondo e d’Europa in carica, per avere qualche autografo e scattare chissà qualche selfie. Avvertiranno sicuramente un po’ di pressione vista l’attesa dei sostenitori azzurri che sperano nel ribaltamento del risultato al San Paolo. Ma il Real, dal punto di vista logistico, potrà godere della struttura che l’ospiterà. I madrileni respireranno un’aria tutta napoletana e forse quest’aria li renderà un po’ più docili nella singolar tensione pre-partita. Palazzo Caracciolo, è situato nel centro di Napoli e i tanto attesi protagonisti iberici, proveranno l’emozione di soggiornare in una residenza signorile del ‘500. Infatti quello che caratterizza Palazzo Caracciolo è proprio quello di essere stato ricavato da un antico castello urbano. Una dimora storica dal fascino unico, volano emozioni diverse, anche solo salendo la scala monumentale. Magia e suggestione avvolgono gli ospiti al solo varcare l’imponente soglia del portone del palazzo, passando attraverso il quale ci si trova in un’atmosfera di altri tempi.

Leggi anche:  Italia-Austria: quella volta che...i precedenti

La ristrutturazione di Palazzo Caracciolo, ultimata nel 2009 è opera di tutti architetti napoletani. L’architetto Paola Pozzi, incaricata del progetto con Giusy  Giustino è stata l’anima, il genius loci della rinascita dell’antico palazzo voluto da Carlo d’Angiò I  nel XIII secolo. Paola Pozzi, già famosa per le sue bellissime ed accoglienti case, ha voluto e ha saputo perseguire l’intento di ridare lustro alla personalità e allo stile del palazzo, preservandone le raffinate finture e le caratteristiche più autentiche. Ha voluto soprattutto che l’albergo avesse uno stile unico, che sapesse ospitare la squadra più blasonata d’Europa. Antico e moderno, insieme uniti da un intelligente spunto ironico, ossia il barocco napoletano. Gli arredi, i particolari decorativi, sono gioiosi e cantano in napoletano. Paola Pozzi ha progettato tutti gli arredi dell’albergo, poi realizzati da ditte e artigiani partenopei. Bellissime le opere all’interno, dello scultore napoletano Annibale Oste, che decorano le hall, il bar ed altri ambienti del palazzo. Quindi dal punto di vista turistico e d’accogklienza, il Real Madrid, non avrà di che lamentarsi. Ora spetta al Napoli, nell’ambiente caldo del San Paolo, riuscire a compiere l’impresa che in città sperano.

  •   
  •  
  •  
  •