Inter, Mauro Icardi è una macchina da gol

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui

L‘Inter batte l’Atalanta per 7-1 con ben due triplette tutte argentine, infatti sono andati a segno sia Mauro Icardi che Ever Banega. Al momento la squadra di Pioli ha “sbagliato” solamente le tre partite dove ha affrontato le prime in classifica, per il resto arrivano ben 12 vittorie e la partita di ieri è la conferma dell’enorme progresso che questa squadra ha fatto da quando l’allenatore italiano l’ha presa in mano. Pioli ha dato fiducia ai suoi giocatori e ne ha migliorati alcuni, ad esempio Kondogbia ma anche lo stesso Mauro Icardi che è diventato molto più veloce.
Il capitano dell’Inter con i tre gol segnati si è portato in seconda posizione nella classifica capocannonieri di Serie A, al momento è a quota 20, ma se continua così sicuramente supererà quota 22 ( cifra che lo ha consacrato capocannoniere con Toni nella stagione ), ma Icardi in Italia ha stabilito un altro record, ha segnato 3 gol in ben 9 minuti e mai nessuno come lui è entrato a far parte di così tanti gol : ben 28 reti complessive ( di cui 20 gol e 8 assist). Ma l’argentino è uno dei migliori attaccanti dei campionati europei infatti nessun altro giocatore ha mai segnato ben sette marcature multiple, segnando come nella partita di ieri con il destro, con il sinistro e anche di testa.

Leggi anche:  Il sito Tutto Juve punge Napoli: "nessun assembramento in città"

Questa forse è l’occasione buona per far aprire gli occhi al ct della nazionale argentina Bauza, che pochi giorni fa si è infastidito alla solita domanda riguardante Maurito ed ha risposto così : “Mi avete rotto con queste domande su Icardi”. L’occasione per il capitano dell’Inter potrebbe essere data dal fatto che Lucas Pratto, si è rotto il naso nella partita di ieri ed il giocatore ha segnato solamente 4 gol nell’ultimo mese e Ezequiel Lavezzi ha giocato solamente la prima partita nel campionato cinese senza segnare nessun gol. Entrambi sono convocati dal ct albiceleste, mentre Icardi no. Nessuno riesce a capire per quale motivo il bomber dell’Inter non venga mai preso in considerazione, anche perché al momento, senza guardare Leo Messi, è il migliore degli altri attaccanti argentini ( 12 reti Aguero, 19 Higuain ) e oltre a segnare partecipa spesso alla manovra offensiva della propria squadra.

Leggi anche:  19esima Giornata Serie A: tutte le partite da non perdere

Di lui e della partita di ieri ha anche parlato Gianluca Vialli, ex attacante di Juve e Sampdoria, a Sky Sport : ” Icardi nella partita di ieri ha dimostrato di saper segnare in tutti i modi, questo è un segno di completezza. Non vedo un giocatore come lui in area, Higuain fuori area è molto più forte, ma l’interista in area di rigore non ha rivali. É diventato uomo di squadra, un centravanti completo.”

Che sia arrivata finalmente la sua occasione per giocarsi il posto nell’Argentina?

  •   
  •  
  •  
  •