Juventus, Allegri: “Il Barcellona? Abbiamo da vincere il campionato”

Pubblicato il autore: Alessio Prastano Segui
Juventus, Allegri: "Il Barcellona? Abbiamo da vincere il campionato"

Juventus, Allegri: “Il Barcellona? Abbiamo da vincere il campionato”

Non fidarsi della Sampdoria, né tanto meno farsi distrarre dall’incombere della partita più importante della stagione, comunque ancora distante nel calendario. Massimiliano Allegri, dalla gara di domani a Genova sino a quella dello Stadium con il Barcellona, dovrà lavorare tanto sulla testa della sua Juventus, mantenendola sempre sul pezzo nelle quattro partite da affrontare prima dell’arrivo dei catalani a Torino.

La parola d’ordine è concentrazione, c’è un campionato da vincere per i bianconeri: “Mancano ancora dieci partite, la Roma può fare 30 punti, perché ha le potenzialità per vincerle tutte, cosi come il Napoli. Quindi non è che abbiamo al sicuro il primo posto, non abbiamo al sicuro neanche il secondo posto, perché potenzialmente la Roma ed il Napoli ci possono superare. Ci mancano ancora un tot di vittorie e domani, non affrontare la partita con grande serietà e con responsabilità, vorrebbe dire che ci potremmo trovare la Roma a cinque punti. Mancano 7-8 vittorie, 8 per la matematica e 7 per la non matematica“.

Leggi anche:  Probabili formazioni Milan-Atalanta: ecco le scelte di Pioli e Gasperini

Allegri quindi pianifica il count down prima di arrivare a conquistare il sesto scudetto consecutivo, che per la Juventus significherebbe entrare nella legenda del calcio italiano. “L’obiettivo numero uno è il campionato, perché sei campionati nella storia, è quasi impossibile, soprattutto in quello italiano, da rivincere. Quindi ne abbiamo la possibilità. Non è che quest’anno se non vinciamo, ricapita l’anno prossimo. No, l’anno prossimo è un altro anno“. Cogliere l’occasione, quindi. Non farsela sfuggire ed aggiungere un tassello per volta ad un puzzle che, alla fine della stagione, può essere epico. Ci sarà da dosare le forze e pensare alla Sampdoria, una squadra che secondo Allegri: “Avrà entusiasmo, ha un allenatore, che è Marco Giampaolo, che è bravissimo: ha dato un gioco, ha dato un’impostazione tecnica e tattica alla squadra; loro sono in un momento favorevole, non hanno nulla da perdere e dopo la vittoria del derby, potranno, cercheranno di coronare il sogno di battere la Juventus“.

Leggi anche:  Juventus, Szczesny: "Ecco perché non ho festeggiato la Supercoppa"

La gara si giocherà a Genova, nello stadio di Marassi, del quale Massimiliano Allegri riserba ancora un brutto ricordo: “Dobbiamo ricordarci di quando abbiamo giocato contro il Genoa: in 28 minuti abbiamo preso 3 goal. Giocare al Ferraris è sempre difficile perché le partite sono di grande intensità, domani la Sampdoria farà una partita nello stesso modo in cui l’ha fatta il Genoa“.

Non conta pensare all’11 aprile, la notte fatidica dei quarti di Champions contro il Barcellona. La Juventus ha chiaro in mente l’obiettivo, pensando anche alla doppia sfida con il Napoli: “Abbiamo da raggiungere una finale di Coppa Italia” aggiunge Allegri, che spera di avere a disposizione tutti gli elementi della rosa tra cui Marchisio e Chiellini, non convocati da Ventura per le doppie sfide in Nazionale: “Claudio è uscito bene dalla partita di martedi. Sta migliorando, ma è un percorso normale che sta facendo. Chiellini domani non torna dal primo minuto. E’ a disposizione, non sta ancora bene. Cercheremo di recuperarlo al meglio, nella condizione ottimale, per le prossime partite. Gli altri stanno tutti bene e devo valutare se far giocare Bonucci o Rugani. Barzagli gioca“.

  •   
  •  
  •  
  •