Juventus Milan, Allegri “spegne” le polemiche: ” In campo visti tutti i 20 punti di differenza”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Juventus Milan, Allegri difende la prestazione dei bianconeri

Juventus Milan, a tre giorni dal triplice fischio finale di Massa, non si è ancora concluso. Continuano infatti le polemiche per quanto accaduto allo Stadium in occasione della gara di venerdì sera decisa da un discusso calcio di rigore decretato in favore della Juventus in pieno recupero. A smorzare le polemiche con dichiarazioni che, però, non saranno accolte con grande favore dai tifosi del Milan,  è stato l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri. Alla vigilia della gara di Champions League contro il Porto, Allegri è tornato sull’argomento Juventus-Milan sottolineando in maniera orgogliosa la superiorità manifestata dai bianconeri nei confronti dei rossoneri nel corso della gara vinta due a uno dalla squadra torinese. Secondo Allegri, in campo, indipendentemente dall’episodio incriminato del calcio di rigore è stata netta la superiorità della Juventus con i punti di differenza in classifica tra le due squadre che si sono chiaramente manifestati sul campo. Le dichiarazioni di Allegri sicuramente non verranno digerite facilmente dai supporters rossoneri, già in passato molto critici nei confronti del loro ex allenatore.

Leggi anche:  Ivan Castiglia a SuperNews: "Reggina è casa mia. Venezia? Promozione a sorpresa. Da ragazzino sognavo di giocare nell'Inter..."

Massimiliano Allegri su Juventus Milan

Il Milan ha combattuto contro una squadra che, in campo, ha dimostrato di essere più forte. I 20 punti di differenza ci stanno. La partita di venerdì è stata è stata una delle pochissime occasioni in cui Juventus Milan non è stata equilibrata.La Juve ha vinto 23 partite, ne ha pareggiata una e perse quattro. Non sono uno o due episodi a cambiare ciò che stiamo facendo. Ci sono situazioni a favore e situazioni contro, ma la Juventus con i suoi risultati non è attaccabile. Serve educazione e rispetto soprattutto per i bambini che vedono cosa accade in Serie A. Queste polemiche non devono assolutamente intaccare quello che stanno facendo i ragazzi. In Italia stiamo arrivando ai limiti della follia”.

  •   
  •  
  •  
  •