Juventus-Porto, Allegri e Dybala: “Partita difficile”

Pubblicato il autore: Alessio Prastano Segui

Porto-Juventus, conferenza stampa Allegri
Da buon equilibrista qual è, il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri non intende sottovalutare la partita con il Porto, valida per il ritorno degli ottavi di Champions League, in programma domani sera allo Juventus Stadium.

Il tecnico bianconero non si fida del vantaggio dell’andata: “Verranno a giocarsela. Queste sono partite molto complicate. Il Porto domani farà un’ottima partita, è una squadra che non concede niente e si è visto con la Roma durante i play off di Champions. All’andata – continua Allegri – abbiamo avuto la fortuna di giocare con l’uomo in più per gran parte della partita, ma domani si giocherà un’altra partita, che noi dobbiamo affrontare in maniera responsabile e cosciente per vincere. Dobbiamo creare tutti i presupposti per arrivare in fondo e vincere la Champions. L’importante è arrivare nelle prime otto, poi vediamo il sorteggio e se saremo bravi andremo avanti“.

Leggi anche:  Tabellone calciomercato estivo Serie A 2021 LIVE: tutti gli acquisti e le cessioni delle venti squadre

Su Marchisio e Chiellini: “Stanno tutti bene, a parte Sturaro che credo sarà disponibile con la Sampdoria. Abbiamo queste due partite e non possiamo avere cali di tensione. Domani gioca Marchisio, ed al suo fianco sceglierò uno tra Khedira e Pjanic. Per quanto riguarda Giorgio, valuterò nella rifinitura di domani. Ho due dubbi: uno sul terzino destro e uno sul centrale“.

Sulle polemiche del post partita con il Milan: “Non parlo. Il calcio italiano deve prendere un indirizzo diverso, altrimenti non diamo il buon esempio. Servono educazione e rispetto, soprattutto per i bambini delle scuole calcio, ma non solo per quello che è accaduto Venerdì, ma per tutti gli altri casi simili successi in precedenza. Bisogna avere regole e successivamente la cultura della vittoria e della sconfitta. In Italia, si promettono delle cose e poi si fa tutto il contrario di quello che si dice. Se vogliamo essere costruttivi, bisogna cercare di essere più bravi a fare qualcosa per il futuro. Venerdì è stata una bella partita tra una squadra che ha meritato di vincere, la Juventus e una squadra che ha fatto un’ottima gara, il Milan. Quello che è successo non deve intaccare il fantastico percorso dei ragazzi. Ci si ricorda solo delle cose che ci vanno a favore, delle cose che ci vanno contro mai. In Italia siamo arrivati alla follia”.

Paulo Dybala mette in mostra tutta la carica ottenuta dopo la vittoria funesta contro il Milan, consapevole che quella di domani sarà una gara da giocare a viso aperto: “Il gruppo sta bene, viene da una vittoria sofferta con il Milan. Il pallone del rigore? – continua il talento argentino – è stato il più pesante della carriera, soprattutto dopo aver fallito a Doha. Sicuramente, per come abbiamo vinto e per come abbiamo festeggiato, questa vittoria ci ha dato una spinta in più. Ma non dobbiamo distrarci: sappiamo com’è il Porto, abbiamo visto la partita con la Roma, sicuramente sarà un partita difficile“.

Leggi anche:  Dove vedere amichevole Wisla Cracovia-Napoli, streaming e diretta TV8?

E’ un Dybala raggiante: “Sto benissimo, sono felice“, al contrario di quanto aveva affermato il suo ex allenatore al Palermo Gattuso circa il suo stato d’animo: “Quando gioca lo vedo spento“. Il numero 21 della Juventus è ancora più contento quando ha il pallone tra i piedi, soprattutto grazie a Massimiliano Allegri, l’allenatore che lo ha spostato nella posizione di trequartista: “Mi piace questo ruolo, perchè posso avere di più la palla e questo mi diverte molto“.

  •   
  •  
  •  
  •