La Figc è vicina alla Juventus sulla questione ‘ndrangheta

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Stasera la Nazionale Italiana, si batterà con l’Albania per stare agganciata alla Spagna, per non rischiare di finire agli spareggi di novembre per Russia 2018. Ma la notizia che sta facendo un limitato giro, (non di tutti i quotidiani italiani), è che la Figc, sta prendendo le parti della Juventus, nella questione che vede mischiata la società bianconera con la ‘ndrangheta per la questione biglietti. Incredibile, ma vero. La Federazione Italiana Giuoco Calcio si è espressa oggi, attraverso il suo dg, Michele Uva, che ha definito la situazione di Andrea Agnelli, “un esagerato processo mediatico”. “Penso che l’Antimafia – prosegue Uva – stia esagerando con questo processo dei biglietti”, che non fanno bene né al calcio, né all’Italia. Si vede allora, che c’è un piccolo conflitto d’interessi, visto che una parte degli sponsor della Figc, appartengono anche alla Juventus, come ben sappiamo.Cosa pensare? Che in fondo anche la Figc si senta coinvolta? Perché di solito il massimo organismo del calcio italiano, non si esprime in riferimento ad episodi del genere, sperando sempre nella pulizia del calcio italiano, che da circa 20 anni, è un sogno impossibile da raggiungere per tutti.  Le intercettazioni sembrano inchiodare il massimo dirigente della Juventus, che da sabato, quando organizzò la conferenza stampa, per prendere le distanze sull’ipotetico scandalo, non si è più espresso. Attendiamo novità.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere amichevole Wisla Cracovia-Napoli, streaming e diretta TV8?