La Juventus si permette di tirare il fiato a Udine e allunga sulla Roma

Pubblicato il autore: Alessio Prastano Segui

La Juventus pareggia per la prima volta in questo campionato. A Udine, contro la squadra di Gigi Del Neri, i bianconeri faticano e riescono ad agguantare il pareggio con Leonardo Bonucci, bravo a farsi perdonare l’errore commesso in occasione del vantaggio friulano. Con questo punto, la Juve allunga a +8 dalla Roma e +10 dal Napoli, vittorioso nella gara dell’Olimpico contro i giallorossi.

Non è stata una delle migliori partite, quella della Juventus di Massimiliano Allegri. In una Dacia Arena piovosa, i campioni d’Italia approcciano il match con un tono decisamente soft, seppur la formazione fosse composta dai titolarissimi del 4-2-3-1. I bianconeri entrano in campo con un atteggiamento pigro, eccessivamente pazienti, segno dell’esagerata convinzione di portare a casa i tre punti, prima ancora di disputare la partita contro la squadra dell’ex Del Neri.
E’ in queste occasioni che la Juventus soffre, arranca e subisce il goal friulano firmato da Zapata, agevolato dalla scarsa pressione difensiva di Bonucci, tornato a giocare con continuità dopo la lite con il proprio allenatore. Quando i giocatori in campo dimostrano questa sufficienza, hanno sempre raccolto poco: è successo a Genova, con la squadra sotto 3-0 nella prima mezz’ora; è successo a Firenze con la batosta inflitta dai viola; è accaduto nuovamente in terra friulana, dove è arrivato il primo pareggio stagionale.

Leggi anche:  Nico Gonzalez alla Fiorentina: cifre e dettagli dell'accordo

E’ pur vero che non si può sempre vincere, tanto che Allegri vede il bicchiere mezzo pieno: “Abbiamo guadagnato un punto importante, perché ci permette di allungare sulla Roma“. Il tecnico bianconero è allo stesso tempo realista: “Abbiamo fatto pochi tiri in porta e l’Udinese è stata molto brava, nel secondo tempo potevano gestire meglio la palla. Errore di Bonucci sul goal dei friulani? No, è stato bravo Zapata. Queste partite quando non le vinci, non puoi perderle“. Non soddisfattissimo, né tanto meno deluso, Allegri si tiene stretto questo punto prezioso per la sua Juventus, e guarda avanti: “Domani recuperiamo e poi ci prepariamo per la partita contro il Milan. Serviranno molte vittorie per arrivare in fondo“. Un messaggio che sa tanto di avviso ai suoi calciatori, i quali dovranno capire che per festeggiare a maggio non sono ammesse partite giocate sottotono.

Leggi anche:  Calciomercato Inter: addio a Young, a centrocampo ci sarà un ritorno di un ex?

Meglio rallentare in questo periodo. La Juventus ha potuto permettersi di tirare il fiato, grazie al favore fatto dal Napoli nell’anticipo giocato sabato contro la Roma. Per il rush finale manca ancora qualche partita, ma i bianconeri dovranno tenere alto il ritmo in campionato per mantenere inalterate le distanze dalle inseguitrici e pensare con maggiore tranquillità al percorso europeo.

  •   
  •  
  •  
  •