La prima partita di Lady Essien: servizio e photogallery di Como-Piacenza

Pubblicato il autore: Stefano Severi Segui

Como-Piacenza 26Mar17

L’acquisizione del Como Calcio da parte di Akosua Puni, meglio conosciuta come Lady Essien grazie alla celebrità del marito calciatore, ha suscitato, nei giorni passati l’interesse dei media.
In occasione della partita di Lega Pro tra il Como e il Piacenza, la neopresidente lariana ha fatto il suo esordio, tra la curiosità dei più, nello storico Stadio Sinigaglia.
Mazzi di fuori, uno striscione dedicato in tribuna (“Thanks Lady Ako”) e uno più riflessivo in Curva Ovest (“La fiducia va conquistata ma Como sa essere riconoscente, benvenuta Presidente”) hanno accompagnato l’evento.
Non è tuttavia andata meglio in campo. Nonostante l’entusiasmo del pubblico, accorso numeroso (4.300 spettatori, record stagionale, con circa 200 tifosi giunti da Piacenza), i padroni di casa cedono di fronte ad un Piacenza più cinico e che ha saputo approfittare delle due espulsioni tra le fila dei comaschi. I “Lupi” emiliani si impongono col punteggio di 2-1.
Passa in vantaggio il Como dopo 8 minuti grazie ad un rigore trasformato da Pessina. Il pareggio ospite arriva alla mezzora con una punizione a filo di Taugourdeau (nell’occasione espulso il comasco Chinellato). Nel minuto di recupero decretato dall’arbitro, Nobile in velocità firma il sorpasso biancorosso.
Nel secondo tempo al centro dell’attenzione vi è il direttore di gara Pasciuto, contestatissimo per aver espulso anche il difensore comasco Fissore. Nonostante la doppia inferiorità, il Como ce la mette tutta per recuperare la partita e a tratti va persino vicino al pareggio, esponendosi ai contropiedi degli ospiti che però trovano un Zanotti coi guanti a mille.
Il Piacenza a fine gara festeggia l’allungo contro una pretendente diretta ai playoff, mentre il Como può recrimare per le decisioni arbitrali ma con la consapevolezza di avercela messa tutta.

Leggi anche:  Buon compleanno José Mourinho! Lo Special One festeggia 58 anni
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: