Milan, il closing al 7 aprile: la storia infinita sta per concludersi! Le parole di Pier Silvio Berlusconi

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

Prosegue la telenovela sul closing del Milan. Le parti in causa ostentano fiducia. La tanto sospirata conclusione della trattativa ci sarà e ci sarà presto. L’ultima data prevista è quella del 7 aprile. Intanto sarebbe partito ieri dalla Cina con destinazione Fininvest il bonifico con gli ulteriori 100 milioni di euro costituenti la terza rata dell’impegno che la Sino Europe Sport, con dati di fatto, ha fin qui dimostrato per acquisire il controllo del Milan.
Sembra impensabile che, dopo aver sborsato 200 milioni di euro, che entro la mezzanotte di oggi dovrebbero diventare 300, la cordata cinese possa rinunciare a chiudere definitivamente l’accordo. Al saldo definitivo rimarrebbero “solo” 180 milioni di euro e tutto lascia pensare che i giochi siano fatti. Il nuovo contratto, che fissa la data del closing al 7 aprile, è già pronto per le firme che saranno apposte appena sarà ufficializzato l’incasso dei 100 milioni di euro partiti ieri dalla Cina.

Leggi anche:  Tabellone Calciomercato Serie A, acquisti e cessioni: tutti i colpi della sessione invernale 2021

La famiglia Berlusconi ostenta fiducia. Lo conferma Pier Silvio Berlusconi, vice presidente di Mediaset, che, dalle pagine della “Gazzetta dello Sport”, oggi in edicola, alla domanda del cronista sulla eventuale possibilità di un passo indietro di Sino Europe Sport, ha così risposto: “Se i cinesi tornassero indietro non sarebbe una situazione piacevole per mio padre perché è una trattativa sofferta, che lo coinvolge emotivamente, nel caso andremmo avanti ancora con entusiasmo. Dal punto di vista economico non sarebbe comunque un danno visto che la penale, se la vogliamo chiamare così, è pesante. I patti e le caparre mi portano ad essere fiducioso”.
Pier Silvio Berlusconi, nel prosieguo dell’intervista, mette a tacere qualsiasi voce su incursioni italiane nelle trattative di vendita della società rossonera: “Mi auguro che la trattativa si concluda, ma o si vende ai cinesi o l’imprenditore sarebbe uno solo: mio padre”.

Le parole di Pier Silvio Berlusconi su Montella e Juventus

Pier Silvio Berlusconi ha anche affrontato altri temi, spaziando tra diversi argomenti di pressante attualità, in primis il rendimento della squadra. “Montella sta facendo bene, continuo ad avere fiducia nel suo lavoro. La squadra potrebbe essere rafforzata, dopo questa trattativa capiremo: un voto per quest’anno? Appena sufficiente. Capisco che per i tifosi l’orario del derby delle 12 e 30 possa essere un problema, ma le squadre forti si costituiscono con gli investimenti. Quanto successo nello spogliatoio dello Stadium l’ho vissuto male. Sono tifoso del Milan e tutto ciò che esce dal rispetto, dall’eleganza , dal modo di vivere con stile lo trovo sbagliato, sono cose che non mi piacciono e possono allontanare dal calcio”.

Del closing ne ha fatto cenno anche Vincenzino Montella, del quale tutto il mondo calcistico ha apprezzato l’equilibrio e la serenità dimostrate a caldo dopo l’epilogo di fuoco con cui si è conclusa venerdì sera Juventus – Milan. L’allenatore del Milan ha detto che né il closing né gli infortuni devono essere considerati alibi per eventuali prestazioni poco brillanti della squadra.Ma al tifoso rossonero attento non può passare inosservata la lunga lista di giocatori indisponibili con la quale Montella ha dovuto fare i conti nel passato. E anche la lista attuale è ben fornita con Abate, Romagnoli, Sosa, Bacca, Suso e Bonaventura, indisponibili per il prossimo match contro il Genoa sabato prossimo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: