Modena, Andrea Gigliotti, chi è costui?

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti Segui

Per i non modenesi è un Carneade come tanti, ma per chi segue con passioni le vicissitudini gialloblù è un personaggio molto conosciuto e per certi aspetti controverso. Anni fa, ai tempi, se la memoria non c’inganna, della Ghirlandina Sport del presidente della CPL Roberto Casari (poi finito in carcere per una brutta vicenda di appalti truccati, e qui possiamo tranquillamente dire che andiamo di male in peggio o di bene in meglio se si vuol vedere il bicchiere mezzo pieno), Andrea Gigliotti fondò l’Azionariato Popolare (anche chi scrive versò il suo obolo di credo di ricordare 50 euro), acquistò il 2% del Modena poi se ne uscì tenendosi il malloppo compreso quello del sottoscritto. Ma non è finita qui la storia. Gigliotti non ha mai abbandonato l’idea di fare suo il Modena costi quel che costi e nell’ombra, lontano dai riflettori, ha continuato a darsi da fare cercando imprenditori tifosi e danarosi, cordate e quant’altro. Impegno sincero e ammirevole di un tifoso sfegatato o desiderio di farsi pubblicità pur lavorando al buio? La domanda è tornata d’attualità in questi giorni poiché negli ambienti del tifo gialloblù gira insistentemente la voce che dietro alla fantomatica cordata di Marco Ballotta e della sua lunghissima due diligence ci sia proprio lui, il nostro amico Andrea Gigliotti. “Gigliotti vuoi querelarmi per questo articolo? Bene, ma prima restituiscimi i miei 50 euro!”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Ottavi Euro 2020: dove si piazzano le migliori terze nel tabellone?
Tags: