Modena, quella cena galeotta tra Caliendo e Bonacini

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti Segui

A Modena non si parla d’altro. I tifosi canarini sono esasperati a causa del cattivo andamento della squadra gialloblù che rischia concretamente la retrocessione in serie D. Sembra finito anche l’effetto Capuano: il buon Eziolino, con il suo linguaggio colorito (citiamo testualmente “se prima eravamo delle scrofe assatanate adesso non siamo diventati delle puttanelle”), aveva fatto ben sperare all’inizio del suo mandato (è subentrato a Simone Pavan), ma ora i canarini sono reduci da due sconfitte consecutive sebbene rimediate da corazzate come il Venezia primo in classifica e il Padova terzo. In particolare la tifoseria più accesa, passionale ma anche più appassionata ce l’ha a morte con il presidente Antonio Caliendo (nella foto). Un po’ di cronistoria a questo punto non guasta: nel primo anno dell’era Caliendo il Modena arrivò a disputare i playoff, l’anno dopo i playout vinti fortunosamente contro l’Entella, il terzo anno la vergognosa retrocessione in serie C o Lega pro che dir si voglia e quest’anno le ultime posizioni in Lega Pro. I tifosi chiedono a gran voce un cambio della guardia, che potrebbe essere rappresentato dall’attuale presidente del Carpi Stefano Bonacini, che segue sempre con interesse le vicende di casa Modena. Caliendo e Bonacini hanno cenato insieme giorni fa ed è subito nata una ridda di voci e di smentite: interpellato dallo scrivente, l’addetto stampa del Modena Antonio Vistocco ha negato ogni addebito: “Caliendo e Bonacini hanno cenato insieme solo perché sono amici di vecchia data, ma nego decisamente che ci sia da parte di Bonacini un interesse a entrare a far parte della società Modena FC o addirittura a rilevarla”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile
Tags: