Olanda-Italia, Ventura: “Occasione unica per fare verifiche”

Pubblicato il autore: Marco Perrone Segui

Olanda – Italia sarà un’occasione unica”. Il commissario tecnico della Nazionale Giampiero Ventura mantiene alta la soglia d’attenzione sull’impegno della sua Italia contro una nazionale Orange mai così in crisi negli ultimi 30 anni come nell’ultimo periodo. Il tecnico azzurro vede la sfida di martedì sera all’Amsterdam Arena non tanto come una amichevole quanto piuttosto come un esame per i suoi ragazzi.
Nella partita di martedì ci saranno “verifiche singole e collettive”, dice mister Ventura che sfrutterà i 90 minuti contro gli Orange per capire quanto ci sia ancora da lavorare sulla squadra azzurra e per mettere eventualmente in discussione quanto costruito fino a oggi.
Insomma, più che un’amichevole, più che un test, la gara contro l’Olanda sarà un vero e proprio esame e ben venga se gli azzurri dovessero trovare davanti a sé una squadra aggressiva dopo il terremoto interno alla federazione con l’addio del ct Blind. “Sarò contento se troveremo una squadra molto aggressiva, oltre che di qualità: é una chance per capire chi siamo e cosa vogliamo”, dice il ct Ventura sulla nazionale Orange.

Leggi anche:  Rai2 o Eurosport? Dove vedere Italia Grecia pallanuoto: diretta tv e streaming Olimpiadi

Olanda-Italia: il modulo degli azzurri

La gara contro la nazionale olandese offrirà poi a Ventura la possibilità di usare un nuovo modulo un po’ camaleontico e a lui molto caro: il 3-5-2. “Probabilmente cambieremo il sistema di gioco perché é l’unica occasione per fare delle verifiche. L’ho detto a Coverciano: se dovessimo fare un Mondiale – spiega il ct – avremo bisogno di conoscenze, il che significa anche non avere un solo modo di stare in campo”. Il fine di Ventura é semplice e concreto: colmare un eventuale gap tecnico con alcune nazionali più forti della nostra o enfatizzare i difetti degli avversari con i giusti accorgimenti dal punto di vista tattico. Il primo esperimento arriva domani sera contro l’Olanda, una squadra dalle grandi individualità ma molto indietro dal punto di vista tattico, avversario perfetto per l’Italia sperimentale di Ventura.

  •   
  •  
  •  
  •