Padoin: “Cagliari, la scelta migliore che potessi fare”

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Padoin
Padoin  
è considerato un importante amuleto tuttofare del centrocampo. Dopo diverse stagioni alla Juventus, lascia Torino per sposare il Cagliari e il progetto di Tommaso Giulini. Una scelta che nel tempo si è rivelata giusta e con 23 presenze con la maglia del Cagliari in questo campionato, ha già dimostrato tutto il suo valore.
In un’intervista a Goal.com ha spiegato così la sua scelta di approdare in Sardegna: “Prima di arrivare a Cagliari ero convinto fosse la decisione giusta da prendere, ora invece posso dirlo: “è stata la scelta migliore che potessi fare”. Uno dei fattori che mi ha convinto a venire in Sardegna è stata la passione che ho visto nel presidente Giulini. Quando ci siamo parlati, ho visto subito che aveva grande ambizione e grandi idee. Devo dire che non mi sono sbagliato. Questo è un club importante e il fatto che voglia fare uno stadio nuovo lo dimostra”.
Il centrocampista ha ancora due anni e mezzo di contratto con il Cagliari e ha tutte le intenzioni di continuare a vestire la maglia rossoblù e giocare nel nuovo stadio.

Leggi anche:  Juventus, Cristiano Ronaldo non si sbilancia: "Quello che verrà, sarà per il meglio. Ora sono concentrato sull'Europeo"

Padoin traccia un bilancio del Cagliari

Padoin ha analizzato anche la stagione di questo Cagliari che si avvia verso una salvezza tranquilla rispetto ad altri campionati più tribolati. “Il bilancio è assolutamente positivo. Avere 32 punti a questo punto del campionato è un dato sicuramente importante e non dobbiamo dimenticarlo. Però è anche vero che abbiamo avuto qualche alto e basso e in particolare, c’è il dispiacere di aver perso alcune partite in maniera inspiegabile e troppo netta. Abbiamo ancora 9 partite dalla nostra per poter cancellare questi ricordi e impreziosire ancor di più il nostro campionato”.

Padoin e il suo passato bianconero

Il passato di Simone Padoin alla Juventus è stato molto intenso ed importante. Con la maglia bianconera ha vinto tanto e i suoi tifosi lo portano sempre nel cuore. “Sono fiero ed orgoglioso del mio passato e della mia carriera. Giocare e vincere così tanto alla Juve è stato un onore e dentro di me conservo ricordo meravigliosi di tutto l’ambiente, dei miei compagnie e dei miei tifosi. Auguro loro ogni bene, ma adesso sono focalizzato sul mio presente e sul mio futuro”.
Per Simone la sua ex squadra può arrivare lontano anche in Champions League, nonostante debba affrontare il Barcellona ai quarti di finale: “Lo Juventus Stadium è qualcosa di eccezionale . Poi ovvio lo stadio non vince da solo, ci sono anche le qualità della squadra. Quest’anno ho seguito tante partite dei mie ex compagni e ho visto nei loro occhi qualcosa di speciale. Mi sembra che questa Juve abbia raggiunto piena consapevolezza nei suoi mezzi e credo che abbia tutte le carte in regola per poter vincere la Champions”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: