Scottish Premier League, i Rangers interrompono la marcia del Celtic: finisce 1 a 1 l’Old Firm

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui

Scottish Premier League, lo spettacolo dell’Old Firm

Scottish Premier League, ieri è stato tempo di Old Firm a Glasgow, e come sempre, non è mancato lo spettacolo. Al Celtic Park, davanti a 60mila spettatori, i padroni di casa non sono riusciti a trovare la quarta vittoria su altrettanti incontri stagionali contro gli acerrimi rivali dei Rangers. Un gol di Hill nel finale è valso l’uno a uno col quale si è chiuso l’incontro. Una rete pesante, non tanto per la classifica, con i biancoverdi saldamente al comando con 26 vittorie e soli due pareggi, ma per l’orgoglio, perché quattro sconfitte su altrettanti incontri sarebbero stati troppi per i tifosi ospiti, che sperano un giorno di tornare ai fasti di un tempo, quando questi derby valevano la vittoria di un trofeo. Viene interrotta così la serie di vittorie dei Celtic, che non riescono a trovare la 23esima vittoria consecutiva in campionato. Per i Rangers la soddisfazione di essere la seconda squadra da dicembre, dopo il Manchester City in Champions League, ad andare via dal Celtic Park con dei punti. Brendan Rodgers dovrà riprovare a battere il record di O’Neill, che nel 2004 arrivò a 25 vittorie consecutive, e vedere un possibile record infrangersi in questo sentitissimo derby, non deve far piacere. Per di più lo si è notato nel post-partita, quando il tecnico ex Liverpool ha chiesto a gran voce un rigore per i suoi, poco dopo il gol del pareggio subito all’87esimo. Merita invece i complimenti il tecnico dei Rangers, Graeme Murty, che chiude la sua breve esperienza in panchina con una vittoria, un pareggio e due sconfitte, ora sarà avvicendato da Pedro Caixinha, ieri in tribuna ad assistere il match.

Leggi anche:  Amichevole, dove vedere Bayern Monaco-Napoli: streaming e diretta tv in chiaro?

Non si è vista la differenza tecnica e di classifica tra le due squadre, Murty l’ha preparata benissimo e i primi minuti sono stati tutti di marca ospite, con i Rangers aggressivi con il pressing alto e rapide ripartenze. Quest’ottimo approccio ha portato alla più grande occasione per gli ospiti, al 26esimo quando Waghorn si è ritrovato a tu per tu con Gordon, ma si è visto respingere la sua conclusione mancina con un grande riflesso di piede del portiere. Passata la paura, il Celtic ha preso in mano le redini del gioco e con una bellissima punizione Armstrong ha costretto Foderingham ad un vero e proprio miracolo. Marcatura solo rimandata per il numero 14 dei padroni di casa, al 35esimo infatti, con un bellissimo sinistro dal limite dell’area dopo un uno due con Forrest, Foderingham è battuto e il Celtic è in vantaggio! Nella ripresa i padroni di casa provano a gestire, Armstrong sfiora un paio di volte la doppietta, ma anche i Rangers impegnano severamente Gordon che però sembra insuperabile. Fino all’87esimo, quando Gordon sembra compiere l’ennesimo miracolo su Hyndman, ma Hill di sinistro in spaccata ribadisce in rete il gol del pareggio che fa impazzire i tifosi ospiti. Finisce così, un 1 a 1 giusto, combattuto ed emozionante, davanti ad una cornice di pubblico davvero spettacolare. In questo finesettimana di derby, dopo Genoa Samp in Italia, anche la Scozia ha attirato l’attenzione di tutti gli appassionati.

  •   
  •  
  •  
  •