Spogliatoi Juventus Stadium danneggiati? Romagnoli smentisce: “Tutto falso”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
romagnoli

Danni allo Stadium dopo Juve-Milan? Romagnoli smentisce

Il rigore segnato da Dybala allo scadere di Juventus-Milan fa ancora parlare. Le voci di danni all’interno degli spogliatoi dello Juventus Stadium non trovano però conferme nelle parole di Alessio Romagnoli. Da Coverciano, dove è impegnato con la Nazionale di Ventura, il difensore del Milan torna sull’accaduto. “ Danni? Scudetti staccati? Non è vero niente, abbiamo fatto la doccia e siamo andati via senza che nulla di strano sia accaduto”. Parole che quindi potrebbero chiudere definitivamente il caso, scoppiato all’indomani di Juventus-Milan. Il finale arroventato dello scorso 10 marzo aveva scatenato una serie di polemiche. Molti organi di informazione avevano divulgato la notizia di danni procurati dai giocatori rossoneri a fine partita. Ipotesi che però non avevano trovato conferme, nessuna immagine o testimonianza diretta aveva confermato l’accaduto. Le parole di Romagnoli chiariscono quindi ogni dubbio. Anche perché non si può mettere in dubbio di quanto affermato dal difensore del Milan. L’ex romanista ha detto la sua anche sulla complessa cessione societaria ai cinesi. Noi pensiamo a conquistare l’Europa e basta, se il closing si farà bene, altrimenti amen”. Un Romagnoli molto deciso quindi, alla seconda stagione al Milan e a soli 22 anni parla già da leader. E’ probabile che l’ex Sampdoria giochi titolare martedì nell’amichevole contro l’Olanda. Visto che Barzagli ha già lasciato il ritiro azzurro, Romagnoli dovrebbe affiancare Bonucci. Contro gli Orange ci sarà anche un altro milanista in campo, al debutto dal primo minuto con l’Italia. Gigio Donnarumma infatti avrà il suo battesimo internazionale da titolare con la maglia della Nazionale. Il giovanissimo portiere è sempre più l’erede designato di Gigi Buffon. Donnarumma-Romagnoli potrebbero essere un pezzo importantissimo del Milan del futuro. 18 anni Gigio , 22 Alessio, giovani ma già affermati e con un futuro luminoso davanti. Da loro due potrebbe partire la vera ricostruzione del Milan, dai due pilastri della difesa di Montella. A patto che sul futuro societario del Milan venga fatta chiarezza una volta per tutte. Nelle ultime ore sembra che sia arrivata la tanto agognata svolta. Marco Fassone che avrebbe trovato i 350 milioni di euro per la chiusura dell’affare. Yonghong Li sarebbe rimasto l’unico investitore, via Sino Europe Sports dentro Rossoneri Sport Lux Investment. Il prossimo 14 aprile  dovrebbe essere il giorno del passaggio di consegne, il condizionale è più che mai d’obbligo, i gioielli di Milanello devono essere blindati, in fretta.

Leggi anche:  Atalanta, obiettivo continuità: l'ingrediente giusto per il treno Champions
  •   
  •  
  •  
  •