Suning fa grande l’Inter: stadio di proprietà entro cinque anni

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui

Inter-Roma

Oggi sono 109 anni di storia nerazzurra e intanto mentre si festeggia il “compleanno” di questa società storica, il gruppo Suning sta dando delle priorità a dei progetti, come lo stadio che sta diventando uno degli obiettivi strategici da centrare. L’obiettivo di Zhang Jindong è quello di avere uno stadio di proprietà. Il presidente di Suning coltiva quindi lo stesso sogno che aveva l’ex presidente Massimo Moratti e che era stato congedato da Erick Thoir. A Milano è arrivato l’ok di Nanchino per iniziare l’iter di realizzazione e cioè individuare l’area adatta ed elaborare il possibile progetto del nuovo stadio.  Si sa, lo stadio Meazza è unico, quando ci entri per la prima volta ti lascia a bocca aperta, ma la cordata cinese sta valutando i costi e i ricavi che ottiene ed ha deciso che è il momento giusto per cambiare e costruire una casa tutta nerazzurra.

Leggi anche:  Il futuro di Tonali lontano dal Milan? Juve e.. Inter su di lui

L’Inter si sta guardando intorno e ci sono diverse aree nel Milanese che possono essere riqualificate : l’ex Falck di Sesto San Giovanni, una zona ad Assago e si parla persino di un pezzo dell’area di Expo.Sicuramente quando la società Suning avrà le idee più chiare dovrà trovare un accordo con il Comune di Milano che ha in gestione lo stadio San Siro ( sia Inter che Milan pagano 11,2 milioni annui) e soprattutto con l’altra società che è il Milan, che inizialmente voleva uno stadio tutto suo ma poi per questioni societarie è rimasto al Meazza. Nei prossimi giorni e nei prossimi mesi sicuramente avremo più notizie, ma l’idea di avere uno stadio di proprietà permette alla società di crescere economicamente e avere anche più guadagni per comprare nuovi giocatori. Che sia una scelta giusta…?

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: