Valerio Braschi: “Dopo Masterchef vi dico la mia squadra del cuore”

Pubblicato il autore: Alessio Prastano Segui


L’anagrafica dice 18, la mente e il talento culinario ne dimostrano molti di più. Il soggetto in questione è Valerio Braschi, fresco vincitore della sesta edizione di Masterchef Italia, il format prodotto da Magnolia e trasmesso su Sky.
Nel corso della sua avventura all’interno della cucina più famosa ed ambita da tutti gli aspiranti chef, Valerio ha mostrato sin da subito quella sana spavalderia degna della sua giovane età. Una sicurezza di sé, per certi versi eccessiva in alcuni tratti della gara, ma adatta ad arrivare fino al trionfo finale.

Intervistato da Gazzetta tv, Valerio Braschi, nato a Cesena, ma residente a Santarcangelo di Romagna in provincia di Rimini, ripercorre la sua vittoria a Masterchef: “Sono felice al massimo, non posso non esserlo. Sono riuscito a convincere i giudici con il piatto, ha dimostrato quello che a parole non ero riuscito a dimostrare“.

Leggi anche:  Buffon al Parma, il commento di Bargiggia: "Mi fa tristezza, la sua storia non ha senso"

Non solo la cucina per il giovane Valerio. Segue lo sport “anche se non sembra“, e nel calcio il suo cuore “è diviso in due tra Modena e Juventus“. “Si, vado più di qualche volta allo stadio.” Sicuro anche nei pronostici, il giovane romagnolo dice la sua sul proseguo della stagione dei bianconeri: “Oggettivamente, il campionato è quasi archiviato secondo me, la Juve è una spanna sopra tutti. Per la Champions è un pò dura“.

D’altronde, come tutto il mondo, anche Valerio è rimasto impressionato dalla rimonta epica del Barcellona: “E’ davvero forte, non me l’aspettavo facesse sei goal“. Ma per conquistare la Coppa dalle grandi orecchie, il vincitore di Masterchef sarebbe disposto a sacrificare il suo premio da cento mila euro: “Non dico che me lo mangio, ma quasi quasi“. Una Juve che per la cavalcata europea non potrà assolutamente fare a meno dell’idolo di Valerio. “Il pipita Higuain: è forte fisicamente e determinato, proprio come me“.
Se è stato capace di battere tutti gli adulti in gara, il suo pronostico può essere di buon auspicio. Parola di Masterchef.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: