Viareggio Cup, Juventus-Dukla Praga: 2-1. Il golazo di Leris in extremis lancia i bianconeri.

Pubblicato il autore: alessandro marone Segui

Buona la prima per la Juventus di Fabio Grosso, campione in carica della Viareggio Cup. Nel match inaugurale contro i cechi del Dukla Praga i bianconeri portano a casa i tre punti in extremis. Mosti lancia la Juve dopo appena 2′, ma i cechi giocano bene e sfiorano più volte il pari. All’intervallo è 1-0. Nella ripresa maggiore equilibrio e finale scoppiettante: Cermak approfitta di un errore del neo-entrato Vasko e infila Loria per l’1-1. Pareggio meritato per il Dukla, ma la Juve non ci sta e la reazione è rabbiosa. All’89’ Leris si inventa un gol spettacolare e regala il successo ai suoi. I bianconeri volano in testa al girone 1 con 3 punti; nell’altro match pareggio ricco di gol tra Toronto e Maceratese (3-3). La Juve tornerà in campo mercoledì pomeriggio contro i canadesi, fischio d’inizio alle ore 15:00.

Parte subito con il piede pigiato sull’acceleratore la Juventus, che, dopo meno di 2′, va in vantaggio. Il tiro di Pereira diventa un assist per Zeqiri, che in area di rigore controlla e serve a Mosti, appostato sul secondo palo, un cioccolatino che deve essere solo spinto in rete.  La risposta del Dukla arriva al 6′; Kanoute commette fallo su Kozel ai 20 metri: punizione in favore dei cechi, il destro di Brabanec si infrange sulla barriera. Tre minuti più tardi suggerimento di Bove dalla destra per Zeqiri, che in area aggancia e prova il tiro, ribattuto da un difensore. Giro palla Juve. Al 12′ Semprini dalla destra per Muratore, stop e tiro dai 20 metri, Czehowsky in tuffo devia in corner. Conquistano tre tiri dalla bandierina di fila i bianconeri, ma al 16′ il Dukla Praga va vicinissimo al pari. Imbucata di Kozel per Vlcek sulla destra, conclusione da ottima posizione del numero 10 ceco, grande risposta di Loria, che chiude lo specchio della porta e manda in corner. Ancora Dukla Praga al 19′: Brabanec va via di forza in area di rigore, il direttore di gara fischia fallo in attacco.  Buon momento ora per i cechi, dopo il timido avvio. Al 27′ percussione centrale di Dancak, che resiste al recupero di Bove e calcia dai 20 metri, Loria è attento e blocca. Due minuti più tardi il tiro cross di Brabanec dalla sinistra attraversa tutta l’area di rigore, senza che nessun giocatore riesca a deviare in rete. Gioca bene il Dukla Praga, buon palleggio dei cechi, un po’ macchinosa la Juve. Alla mezz’ora proprio Brabanec pesca Kott in area di rigore, ma il numero 9 viene fermato dalla retroguardia bianconera. Occasionissima per il Dukla al 33′: gran palla di Lauko dalla sinistra per Vlcek, che brucia Coccolo in area di rigore e lascia partire un destro a giro che scheggia la parte superiore del palo e termina sul fondo. Risposta della Juve un minuto dopo: imbucata di Pereira per Zeqiri, Czehowsky fa buona guardia sul destro di prima intenzione del bomber bianconero da posizione favorevole. Al 36′ bella trama offensiva dei cechi sulla corsia destra: Doudera per Vlcek, assist al centro per Kott, che non ha un controllo felice e viene chiuso dalla difesa juventina. Altra chance clamorosa per il Dukla Praga al 38′: errore in fase di disimpegno della retroguardia bianconera, Kott in area di rigore serve Brabanec, che da pochi passi manda incredibilmente a lato col mancino. Nel finale di primo tempo buona circolazione di palla della Juve, che al 42′ si rende pericolosa in avanti: Mosti dalla destra per Bove, pallone in area di rigore, la retroguardia ceca si addormenta e proprio Mosti riesce a colpire di testa, Czehowsky blocca. Si va al riposo senza recupero: meglio i cechi, ma conduce la Juve grazie al gol in avvio di Mosti.
Il primo squillo della ripresa è bianconero. Al 50′ Kanoute conquista punizione ai 25 metri, batte Bove col destro: la sfera rimbalza davanti a Czehowsky, che fa buona guardia. Regna l’equilibrio, le squadre lottano e faticano a trovare spazi. Grande azione della Juve al 56′. Apertura di Kanoute sulla sinistra per Oliveira da Silva, che fa proseguire Bove: assist al centro per Zeqiri, la cui conclusione di prima intenzione viene murata da un difensore. Due minuti più tardi, sugli sviluppi di un pallone perso dal Dukla in fase di ripartenza, Pereria prova a sorprendere Czehowsky con un tiro da metà campo: l’estremo difensore ceco arretra e fa sua la sfera. Provano a fare la partita i bianconeri, più intraprendenti rispetto alla prima frazione di gioco. Triplo cambio nelle fila dei bianconeri al 62′: mister Grosso manda in campo Leris, Merio e Toure, Muratore scala in difesa, Coccolo terzino, tatticamente non cambia nulla. Al 65′ Juve pericolosa con lo spunto del neo-entrato Merio sulla destra: suggerimento invitante al centro, Zeqiri di testa, disturbato da un difensore, non riesce a trovare il guizzo vincente sottomisura. Al 67′ si fa vivo il Dukla con il calcio piazzato di Lauko dalla destra: sinistro a giro, due giocatori cechi eludono la trappola del fuorigioco, ma non riescono ad impattare il pallone, che si spegne sul fondo. Al 70′ un errore di Toure a metà campo mette in movimento Kott: il numero 9 prova ad involarsi, è lo stesso centrocampista bianconero a rimediare, fermandolo con un buon recupero. Doppio cambio per entrambe le squadre al 72′: dentro Mancini e Ndiaye nella Juve, Vyleta e Cermak per il Dukla. Al 76′ Dukla Praga vicinissimo al pareggio. Cross di Vyleta dalla destra, Loria respinge in tuffo, conclusione violenta e quasi a colpo sicuro di Lauko: Muratore salva sulla linea. Sugli sviluppi dell’azione tiro di Luong dalla sinistra, Loria devia in angolo. Risposta della Juve (78′): Leris in area per Mancini, sponda per Pereira, il cui tiro da buona posizione sorvola la traversa.  All’80’ Ndiaye viene fermato irregolarmente da Kanik e conquista punizione nei pressi del vertice sinistro dell’area di rigore: pallone al centro, Leris svetta di testa, ma non inquadra la porta. Passano tre minuti e il Dukla fa 1-1. Errore di Vasko (appena entrato) sulla trequarti, Cermak ne approfitta, si invola e, appena dentro l’area di rigore, trafigge Loria: l’estremo difensore bianconero può solo toccare, ma non impedire che la sfera superi la linea di porta. Meritato il pareggio dei cechi. Prova subito a riversarsi in avanti la Juve e, all’89’, i bianconeri si riportano in vantaggio: cross dalla sinistra, Leris in area di rigore aggancia e si inventa una semi-rovesciata spettacolare che si insacca a fil di palo. Grande rapidità di esecuzione e golazo del numero 17 bianconero, Juve di nuovo avanti. Allo scadere del tempo regolamentare i ragazzi di Grosso vanno vicinissimi al tris. Lancio di Merio, Czehowsky in uscita e Masek pasticciano, ne approfitta Mancini: porta sguarnita, Masek recupera in extremis in scivolata prima che l’attaccante possa battere a rete dal limite. Al 93′ ci prova ancora Leris con un destro da fuori area, la sfera termina a lato. Bianconeri galvanizzati dal 2-1, i cechi accusano il colpo e non riescono a reagire. Un minuto dopo Juve ancora vicina al gol; cross dalla destra, Ndiaye in area di rigore non impatta il pallone, poi Leris dal limite calcia a lato. Finisce qui al “Bresciani”, dopo 5′ di recupero il direttore di gara manda le squadre negli spogliatoi.

Leggi anche:  Juventus, spunta il talento danese nella lista degli obiettivi di mercato

IL TABELLINO

JUVENTUS-DUKLA PRAGA: 2-1

JUVENTUS (4-3-3): Loria; Semprini, Andersson, Coccolo, Oliveira da Silva (62′ Leris); Kanoute (71′ Ndiaye), Muratore (82′ Vasko), Bove (62′ Toure); Mosti (62′ Merio), Zeqiri (71′ Mancini), Pereira (82′ Galtarossa). A disp.: Marricchi, Morachioli. All.: Fabio Grosso.

DUKLA PRAGA (4-4-2): Czehowsky; Doudera, Kanik (87′ Masek), Simek, Lauko; Vlcek (72′ Cermak), Luong, Dancak, Brabenec; Kott (72′ Vyleta), Kozel; A disp.: Roub, Ferreira, Lohoyda, Belicek. All.: Michal Kolomaznik.

ARBITRO: Chiffi di Padova; primo assistente: Cecconi di Empoli; secondo assistente: Raspollini di Livorno.

RETI: 2′ Mosti, 83′ Cermak, 89′ Leris.

NOTE: Angoli: 5-2; recupero: 0′ e 5′.

  •   
  •  
  •  
  •