Closing Milan, importanti novità sulla data: si va verso la chiusura anticipata? Ecco il perchè

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Closing Milan, la scaramanzia farà anticipare la chiusura dell’affare?

Adesso a spingere verso la tanto attesa chiusura della trattativa con Yonghong Li ci si mette anche la superstizione. Il closing Milan sembra essere ormai cosa fatta e rispetto a quanto annunciato nei giorni scorsi, dopo l’uscita di scena di SES e l’entrata in campo della Rossoneri Sport Investment Lux di Li ( creata per bypassare la stretta sull’uscita di capitali imposta dal Governo cinese), la chiusura della trattativa per la cessione del Milan potrebbe arrivare anche in anticipo rispetto al 14 aprile. La sensazione viene avvalorata da una serie di fattori, reali e scaramantici, che portano a ritenere come il closing Milan possa essere raggiunto il giorno prima, il 13 aprile.
Gli avdisor di Fininvest e del cinese Li Yonghong stanno infatti lavorando per tentare di concludere formalmente lo scambio di capitali e azioni giovedì 13 aprile e non, come previsto, il 14, quando comunque è prevista l’assemblea del club rossonero convocata per rinnovare le cariche e nominare il cda del nuovo corso.  L’anticipo di un giorno servirebbe ad evitare ulteriori ritardi, che potrebbero incidentalmente verificarsi in una giornata come il venerdì Santo, che è semifestiva per le banche. Ma rappresenterebbe anche un modo per evitare di chiudere l’affare in un giorno non proprio apprezzato dai cinesi: il 14.

Leggi anche:  Lazio Luiz Felipe si ferma: ha scelto di operarsi alla caviglia

Closing Milan in anticipo? Ecco spiegato il perchè.

In numerosi paesi asiatici, Cina compresa, è molto diffusa la tetrafobia, la paura del numero 4. In lingua cinese, la parola che indica il “quattro”  ha un suono molto simile alla parola “morte” e per questa ragione il 4 viene spesso evitato. Stessa cosa capita con il 14 in quanto al suo interno vi è appunto la presenza del 4.  Anticipare il closing Milan al 13 significherebbe quindi per la parte cinese della trattativa ( rappresentata ormai solo da Li ) scongiurare ogni brutto presagio. L’arrivo dei capitali giorno 13 non farebbe comunque anticipare la riunione del Consiglio di amministrazione del Milan che, invece, rimane fissato per il 14 quando dovrebbe essere confermata la chiusura della trattativa e si dovrebbe procedere alla nomina del nuovo CDA del club rossonero.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: