Crisi Inter, la protesta della Nord! Chiaro messaggio contro società e giocatori

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado

Crisi Inter, la protesta della Nord

Nuova, dura, presa di posizione della tifoseria più “calda” dell’Inter. Come già successo ad inizio stagione, nel periodo più delicato della gestione De Boer, la Curva Nord nerazzurra è tornata a manifestare tutta la propria amarezza per la crisi Inter che sta rischiando di far svanire le speranze di accesso alla prossima Europa League. La gara contro il Napoli doveva ancora iniziare e dagli spalti del Meazza, gremiti per l’occasione, si è appalesata tutta la delusione dei tifosi nerazzurri per le ultime prestazioni della squadra di Pioli. A finire nel mirino dei tifosi sono stati ancora una volta i giocatori interisti ma anche la società che secondo il pensiero dei tifosi nerazzurri “paga” il fatto di essere troppo lontana dalla quotidianità dell’ambiente nerazzurra e di essere assente rispetto ai problemi della squadra. E così la rabbia della Curva Nord  è stata manifestata attraverso uno striscione che è apparso sugli spalti del Meazza prima dell’inizio della gara contro il Napoli.
Il momento delicato della squadra di Pioli, ormai lontana dall’Europa, e la crisi Inter in atto ormai da diverse settimana ha scatenato la protesta della Curva Nord che, prima dell’inizio del big match, ha esposto uno striscione con la scritta:

Leggi anche:  Lecce: ascolta il tuo bomber, ecco cosa promette

“Dirigenza totalmente assente e in campo mezzi uomini senza orgoglio né mordente. Nonostante tutto noi anche oggi in 60 mila, gli unici a onorare la nostra storia”.

Lo striscione è stato accolto con applausi convinti da parte del resto dello stadio che ha manifestato una certa approvazione rispetto a quanto scritto dagli appartenenti alla Curva Nord. Nel mirino dei tifosi sono finiti quindi i giocatore interisti, apparsi anche contro il Napoli svogliati e con la testa altrove, ma anche la società nerazzurra i cui vertici , a cominciare dal proprietario Jindong Zhang, hanno assistito personalmente dalla tribuna di San Siro al match perso contro il Napoli.
La sconfitta contro i partenopei, oltre ad allontanare ancora di più, l’obiettivo Europa League apre una nuova settimana molto delicata in casa Inter con la proprietà che potrebbe decidere anche di prolungare il ritiro “punitivo” avviato dopo la sconfitta di Firenze della settimana scorsa e che ufficialmente è terminato oggi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: