Donnarumma difeso da Capello dopo la papera. Il portiere rossonero: “Mi ispiro a Buffon”

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Donnarumma
Donnarumma
 continua a far discutere a una settimana dalla papera commessa durante la sfida col Pescara. Al 12′ del primo tempo, il portiere si è reso protagonista di un liscio, dopo un retropassaggio di Paletta, lasciando così finire la palla in rete. Donnarumma, dotato di grande umiltà ha dato ancora una volta dimostrazione del suo carattere, chiedendo scusa e giustificando l’errore. Ecco le sue dichiarazioni a Milan Tv: “Dispiace, mi dispiace per l’errore sul gol, ma vado avanti a testa alta. Non è un errore che mi abbatterà. Il gruppo è compatto, andiamo avanti a testa alta e pensiamo alle prossime partite. Tutte le gare ormai sono decisive”.

Donnarumma ha avuto anche il piacere di essere intervistato da due bambini per Topolino Magazine. Alberico e Federico (questi i nomi dei due), hanno avuto modo di porgere al giocatore diverse domande e soddisfare le loro curiosità al riguardo. Interessanti infatti le domande sul suo mito a cui si ispira e sull’allenatore che l’ha motivato. “A chi mi ispiro? A Buffon ovviamente. Gigi Buffon è sempre stato un esempio. Ed è un mio idolo. Ernesto Ferraro invece, è stato un mio allenatore, quando ero bambino e mi ha convinto a non arrendermi mai e ad inseguire il mio sogno”.

Donnarumma difeso da Capello

La papera di Donnarumma nella sfida contro il Pescara non è passata inosservata. Anche Fabio Capello, ex allenatore del Milan e ora commentatore su Fox Sport, si è espresso sull’episodio. A Radio Anch’io Sport ha dichiarato: “Io non lo criticherei, anzi lo abbraccerei, lo avrei fatto già negli spogliatoi. Se il Milan è in quella posizione lo deve anche a Donnarumma, che ha fatto parate grandi, miracoli. Come tutti si può sbagliare. Io non ho mai criticato individualmente un giocatore, non è nelle mie caratteristiche. Per la storia, il curriculum, i successi che ha ottenuto nella sua storia, il Milan non può comunque stare il quella posizione, deve essere più ambizioso, anche se a livello societario non si capisce più nulla”.

Donnarumma e il tanto atteso rinnovo

In casa Milan tiene sempre banco il caso “rinnovo Donnarumma”. Il closing ancora non c’è stato e la situazione si trova in una condizione di stallo. Stando all’indiscrezione riportata da Tuttosport, Fassone e Mirabelli, non hanno ancora incontrato Mino Raiola, procuratore del giocatore per avviare il discorso sul rinnovo contrattuale. Ricordiamo che il contratto del giocatore è in scadenza nel giugno 2018 e la volontà dei rossoneri è quella di
prolungare il loro rapporto ancora a lungo con un adeguato ritocco dell’ingaggio contrattuale. Ci sarà quindi da attendere e risolvere prima la questione societaria. Molto probabilmente la data del closing sarà il 14 aprile.
Il Milan al momento sta alla finestra, ma nel caso in cui il rinnovo del contratto dovesse sfumare, la società rossonera ha già scelto il sostituto del portiere rossonero. Si tratterebbe di Keylor Navas, portiere che milita nelle file del Real Madrid. Non resta quindi che attendere ancora qualche settimana per assistere ai prossimi sviluppi del passaggio societario da Silvio Berlusconi ai cinesi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Asta di riparazione Fantacalcio, i giocatori da acquistare nelle vostre leghe: ecco i consigliati!