Fiorentina-Inter: quella volta che..

Pubblicato il autore: massimiliano granato

Domenica 12 febbraio 1989. L’Inter giunge a Firenze da imbattuta ed è reduce dal 2-0 casalingo contro il Torino. E’ la squadra dei record guidata da Trapattoni, con il duo tedesco Matthaus-Brehme, con la punta Serena e con una difesa rocciosa: Bergomi, Ferri e Mandorlini con Zenga in porta. La squadra gigliata è guidata per il secondo anno di fila da Sven Goran Eriksson ed annovera tra le sue fila la B2: Baggio e Borgonovo formano uno straordinario tandem offensivo. A centrocampo il brasiliano Dunga, che guida anche la difesa. Dietro, lo svedese Hysen, Bosco e Battistini. Mancano due pedine importanti come Carobbi e Pin, quest’ultimo in panchina. I viola sono reduci della sconfita di Bologna: 1-0 con rete di Marco Monza al 42′. Da notare che la squadra di Eriksson ha battuto per 4-3 i nerazzurri in Coppa Italia. Al 13′ Serena si invola in area: Agnolin ravvede un contatto con Hysen e decreta il rigore: batte Matthaus che infila Landucci alla destra del portiere, che pure aveva indovinato la traiettoria. E’ una bella gara, con una Fiorentina pimpante che aggredisce l’avversario: al 34′ arriva il pari: azione Bosco-Borgonovo con quest’ultimo che elabora un tiro-cross su cui interviene Baggio che infila Zenga. Sulle prime, Enrico Ameri, inviato di “Tutto il calcio minuto per minuto “, attribuisce la rete a Giuseppe Bergomi, posizionato davanti al portiere della Nazionale al momento della conclusione. Al 51′ la Viola opera il primo sorpasso: Cucchi entra in area e in diagonale infila Zenga. L’Inter capisce il momento e reagisce con veemenza, ribaltando le sorti del match: al 54′ calcio d’angolo di Diaz ( un ex, insieme al fischiatissimo Berti) e colpo di testa vincente di Serena: la sfera rimbalza su un braccio di un difensore viola quando ormai ha varcato la linea. Al 58′ lo stesso Serena concede il bis: cross da sinistra di Diaz ed incornata della punta della Nazionale che sigla il 3-2. Finita? Assolutamente no. Al 73′ Cucchi crossa per Borgonovo che devia alle spalle di Zenga. La gara sembra finire in pareggio quando all’84’ Bergomi opera un retropassaggio per il proprio portiere: sulla sfera si avventa come un falco Borgonovo che salta Zenga ed infila a porta sguarnita. Alla fine l’Inter vincerà il campionato con 58 punti mentre la Fiorentina, con 34, dovrà spareggiare con la Roma per accedere in Coppa Uefa: ci riuscirà, grazie ad una rete di Roberto Pruzzo

Leggi anche:  Inter-Barcellona streaming Sky Sport e diretta tv Canale 5? Dove vedere Champions League

Domenica 12 febbraio 1989

Stadio Comunale di Firenze

Fiorentina-Inter                                                   4-3 (1-1)

Fiorentina: Landucci, Bosco, Mattei, Dunga, Battistini, Hysen, Salvatori, Cucchi, Borgonovo (88’Pellegrini), Baggio
(90’Perugi).
A disposizione: Pellicanò, Pin, Pruzzo.

Inter: Zenga, Bergomi, Brehme, Matteoli, Ferri, Mandorlini, Bianchi, Berti (30’Baresi), Diaz (72′ Verdelli),Matthaus, Serena.
A disposizione: Malgioglio, Rivolta, Fanna.
Arbitro: Agnolin di Bassano del Grappa
Marcatori: Matthaus (r) al 13′, Baggio al 34′, Cucchi al 51′, Serena al 54′ e al 58′, Borgonovo al 73′ e all’84’.
Ammoniti: nessuno
Espulsi: nessuno
Spettatori: 20.500 paganti più 10.600 abbonati

  •   
  •  
  •  
  •