Lotta Europa League, le accuse della Lazio: “Interessi per far entrare in Europa una delle milanesi”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado

Lotta Europa League, i dubbi della Lazio

Tra i motivi di interesse di questo finale di stagione, con lo Scudetto che oramai ha preso per la sesta volta consecutiva la strada della Torino bianconera, vi è la lotta Europa League che vede in lizza diverse squadre. Milan, Inter, Atalanta e Lazio sono in corsa per la qualificazione alla prossima Europa League e con Roma e Napoli che sembrano aver blindato, ormai, la qualificazione alla Champions League 2017/2018, la corsa per un posto nella competizione europea “minore” è assolutamente ancora tutta da scrivere. A gettare un velo di sospetti sul finale di stagione e sulla lotta Europa League è stato il responsabile comunicazione della Lazio, Arturo Diaconale, che in una intervista alla radio ufficiale del club biancoceleste ha lanciato pesanti accuse sul trattamento che starebbe ricevendo la Lazio nelle ultime partite. Secondo il capo comunicazione della Lazio ci sarebbe la volontà di favorire una della due squadre milanesi e con esse le rispettive proprietà cinese nella corsa alla qualificazione alla prossima Champions League.Lotta Europa League, le dichiarazioni di Arturo Diaconale

Leggi anche:  Che squadra tifa Giorgia Meloni? Il misterioso cambio della futura Premier

” L’impressione è che ci possano essere dei tentativi di condizionare questo finale di campionato per favorire altre squadre. Qualcuno forse ha interesse di far rientrare in Europa una delle milanesi. Quello che è avvenuto a Genova alimenta un clima di preoccupazione e di sospetto per quello che potrebbe avvenire.  Tutto questo mi lascia pensare perché siamo alla fine del campionato, la Lazio è in una condizione importante al termine di un buon cammino e si sta giocando con buone possibilità di successo l’opportunità di tornare in Europa. Non capisco per quale motivo noi dovremmo pagare il prezzo dell’ingresso dei cinesi nelle società milanesi: mi auguro che non ci siano condizionamenti in questa coda di campionato, fin qui tranquillo e sereno, che non ha alcun bisogno di essere avvelenato nelle sue ultime partite”.

  •   
  •  
  •  
  •