Premier League, Conte: “Dobbiamo ripartire e raggiungere il nostro obiettivo”

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui
conte-mourinho

Conte_Mourinho

In Inghilterra si gioca anche a Pasqua, e ieri c’era in programma una partita tra due ex conoscenze del calcio italiano. Il campionato inglese ora è riaperto, tutto grazie al solito José Mourinho che ha sconfitto il Chelsea di Antonio Conte per 2-0. Da una parte c’è il Manchester United che con questa vittoria è ancora in corsa per un posto in Champions League, infatti la squadra guidata dal portoghese è a soli 4 punti dal City che ha una partita in più, mentre dall’altra troviamo il Chelsea che guida il campionato ma ora con questa sconfitta vede riavvicinarsi il Tottenham.
La sorpresa che forse ha spiazzato la squadra londinese è stata l’assenza di Ibrahimovic, sostituito dalla “stellina” di casa Rashford, che segna il primo gol e permette poi allo United di controllare la partita e segnare il gol del 2-0 con Herrera.

Leggi anche:  Dove vedere amichevole Wisla Cracovia-Napoli, streaming e diretta TV8?

Antonio Conte alla fine del match è passato dai microfoni dei giornalisti ed ha ammesso le colpe : ” Colpa mia. Il Manchester United ha meritato il successo, ha mostrato più motivazione, più voglia di conquistare i tre punti. Dobbiamo prendere atto di questa sconfitta e come capita in questi casi, il maggior responsabile è l’allenatore : in queste partite vuol dire che non sono riuscito a trasmette i segnali giusti ai miei ragazzi.” il tecnico del Chelsea ha poi continuato ” Ora dobbiamo ripartire, stiamo facendo qualcosa di straordinario se pensiamo che lo scorso anno eravamo al decimo posto. Stiamo realizzando un piccolo miracolo ed ora dipende tutto da noi per riuscire a compiere quest’impresa. Il campionato non era chiuso nemmeno prima, il Tottenham gioca con grande entusiasmo ed è quello che dovremo fare anche noi se vogliamo raggiungere il nostro obiettivo.”

Anche Josè Mourinho si è fermato a parlare della vittoria:” Il Chelsea è la squadra più brava a giocare in contropiede in tutta la Premier, ma siamo riusciti a controllare molto bene le loro ripartenze . Non provo nessuna particolare gioia nell’aver battuto il Chelsea, sono solo contento perché abbiamo battuto la prima in classifica.”

Ecco una breve sintesi del match:

Leggi anche:  Valencia-Milan, streaming e diretta tv: dove vedere amichevole

Conte nel match di ieri ha dovuto fare a meno di Courtois in porta e Marc Alonso, mentre Mourinho ha rinunciato al temibile Ibra per un fresco Rashford. Il giovane “ringrazia” Mourinho per la scelta dopo solo 7 minuti, infatti su un grande assist di Herrera, Rashford sul filo del fuorigioco brucia in velocità David Luiz e mette in rete il pallone. Da segnalare che l’azione è nata da un fallo di mano di Herrera non fischiato dall’arbitro, il Chelsea dopo questo gol crolla, ed inizia a non giocare più, sbaglia un sacco di passaggi e permette allo United di impostare il proprio gioco aggressivo.
I ragazzi di Conte non concretizzano nessun tiro nell’area di rigore di De Gea durante tutta la partita, questo permette alla squadra guidata da Mourinho di rientrare nella ripresa e segnare dopo solo 5 minuti il raddoppio, partito da un’azione di Young e concretizzato da Herrera grazie ad una deviazione di Zouma. Nel finale la gara si anima leggermente quando il Manchester United perde un’attimo di lucidità e permette al Chelsea di salire leggermente, ma in realtà fino al minuto 94 per De Gea non ci sono stati veri pericoli.

  •   
  •  
  •  
  •