Rashica, il Cristiano Ronaldo del Kosovo. Marrone, il girovago con la Juventus nel cuore

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
rashica

Rashica. ecco il CR7 del Kosovo

Indossa la maglia numero 7, gioca sulla fascia e il suo idolo è Cristiano Ronaldo, Milot Rashica è uno dei giovani talenti più luminosi dell‘Eredivisie. Nato a Vushtrri, in Kosovo, il 28 giugno 1996 Rashica è il classico esterno d’attacco tutto dribbling e fantasia. Da due stagioni gioca in Olanda nel Vitesse, da anni una sorte di succursale del Chelsea. Dotato di un fisico longilineo, 177 cm per 73 kg, destro di piede su Rashica ci sono già gli occhi di tanti top club europei. In Italia c’è il Napoli che lo segue con molto interesse. Rashica sarebbe perfetto per il gioco di Sarri, anche perché ricorda molto Callejon. Sull’esterno kosovaro ha parlato così Gianni De Biasi, c.t. dell’Albania:Rashica è un giocatore straordinario. Ha grandi capacità ed è molto dotato tecnicamente. Va tenuto d’occhio perché è un giocatore di grande prospettiva”. Complimenti anche dal suo ex allenatore al Vitesse, Rob Maas:“È un vincente nato che sa bene cosa vuole, e lo si vede in ogni partita che gioca. Lui va dritto verso l’obiettivo, ma lo fa in maniera positiva, è un piacere guardarlo”. Nel 2015 il Vitesse lo ha acquistato per soli 300mila euro. Rashica ha da poco firmato un rinnovo di contratto con il club olandese fino al 2020. Il suo futuro sembra essere lontano dall’Olanda perché Rashica sembra essere un predestinato. Uno dei difetti del giovane Milot è quello di segnare poco, 10 gol in due stagioni in Olanda sono un bottino troppo misero per uno dotato del suo talento. L’estate scorsa Rashica ha scelto di giocare per il Kosovo, che partecipa per la prima volta alle qualificazioni mondiali. Una piccola nazione che però ha dato i natali ad un giovane campioncino. Magari non diventerà forte come il suo idolo Ronaldo, ma vale la pena investire su questo ragazzo tutto tecnica e velocità.

Leggi anche:  Juventus, De Ligt negativo: il difensore convocato contro il Bologna

Rashica piace al Napoli, Marrone tornerà alla Juventus?

Antonio Conte stravedeva per lui, a 20 anni Luca Marrone sembrava essere uno delle future colonne della Juventus. Centrocampista o difensore centrale, prima della Juventus Conte aveva avuto Marrone anche a Siena. Nella stagione 2010/2011 i toscani conquistano la promozione in serie A e Marrone gioca con buona continuità. Di Marrone a Conte piaceva la duttilità tattica, il giovane bianconero gioca sia a centrocampo che come centrale della difesa a tre. Quanto tutto sembra pronto per spiccare definitivamente arriva un brutto infortunio a rallentare l’ascesa di Marrone. Intanto Conte lascia la Juventus, arriva Allegri e Marrone comincia il suo peregrinare. Sassuolo, Carpi e Verona sono le tappe del suo Giro d’Italia, poche presenze e tanti infortuni. La Juventus però non smette di credere in lui, mantenendo sempre la proprietà del cartellino. La scorsa estate la scelta di lasciare il calcio italiano. Marrone si trasferisce in Belgio, allo Zulte Waregem. In questa stagione la sfortuna sembra averlo finalmente abbandonato, Marrone gioca con continuità nella Jupiler League belga. A 27 anni Marrone è tutt’altro che finito come giocatore. Magari nella prossima stagione potrebbe tornare alla Juventus per restarci. Il nuovo 4-2-3-1 di Allegri potrebbe adattarsi maggiormente alle caratteristiche del buon Luca. Si  vedrà a fine stagione, intanto Marrone è tornato un giocatore vero in Belgio, questa per lui è già una notizia più che buona.

  •   
  •  
  •  
  •