Summit dirigenza Inter Pioli: faccia a faccia con la squadra. Possibili clamorose decisioni

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado

Inter Pioli, addio anticipato?

La Caporetto dell’Inter targata Stefano Pioli. La disfatta di ieri sera al Franchi ha “distrutto” il rapporto Inter Pioli ed ha fatto toccare ai nerazzurri il punto più basso della gestione Pioli ma addirittura anche della stagione interista, compresi i primi mesi sotto la guida di De Boer. L’Inter del secondo tempo del Franchi è stata inguardabile tanto da spingere lo stesso allenatore della formazione milanese a dichiarare nel posto partita che quella scesa in campo nella ripresa contro la Fiorentina ” non può essere la mia squadra”. Una prestazione troppo brutta per essere vera ma che di fatto pesa quanto un macigno sulla rincorsa all’Europa League dell’Inter e rischia di pesare anche sul destino del tecnico Stefano Pioli. Non solo per la prossima stagione.
In casa Suning hanno probabilmente perso la pazienza. Lo sguardo spaesato di ieri sera di Steven Zhang dopo il quinto gol della Fiorentina è stata la testimonianza di come anche la proprietà cinese del club faccia fatica a capire cosa stia attraversando la squadra. Un punto nelle ultime quattro di giornate di campionato quando invece l’Inter era chiamata a dare uno “schiaffo” alla corsa per l’Europa League cercando di allontanare i cugini rossoneri e la stessa Fiorentina. Ed invece adesso il sogno Europa è destinato molto probabilmente a restare tale facendo sprofondare anche le possibilità di una permanenza sulla panchina dell’Inter del tecnico Pioli.

Leggi anche:  Dove vedere Chelsea Milan di Champions League, Amazon Prime o Sky?

A fine gara è stato lo stesso tecnico dell’Inter Pioli ad ammettere di essere responsabile, al pari dei giocatori, della situazione che si è venuta a creare in casa nerazzurra ed il capitano Icardi ha dichiarato che alla fine della stagione conteranno i risultati e la classifica. Appare evidente come Pioli abbia perso il controllo del gruppo interista “capace” ieri sera di prendere 4 gol in 16 minuti. Ed in casa nerazzurra nelle ore successive al tracollo del Franchi si sarebbe pensato anche ad un immediato scossone.
Dopo la sconfitta di Firenze, in casa Inter, secondo il Corriere dello Sport, qualcuno avrebbe pensato anche ad un cambio di allenatore, magari riproponendo Vecchi, già traghettatore dopo De Boer. Una situazione interna buona soltanto a far chiudere la stagione in maniera dignitosa con la speranza che un cambio di allenatore potrebbe generare quella reazione d’orgoglio con allo stato attuale appare difficile possa registrarsi con Pioli alla guida della squadra. Ma a cinque giornate dalla fine  resta da capire l’utilità del nuovo cambio in panchina perché dopo le partite di oggi l’Inter potrebbe trovarsi a 5 punti dal sesto posto del Milan e dunque virtualmente fuori dalla zona Europa League.  Quello che è sicuro è che  ci sia un grosso imbarazzo all’interno della società nerazzurra che ha capito che ormai l’annata è andata e che anche la prossima non ripartirà con Pioli alla guida.

  •   
  •  
  •  
  •