Torna “We Love Football”, il torneo giovanile internazionale più importante d’Europa.

Pubblicato il autore: andrea nervuti Segui

Ormai ci siamo. L’aria di primavera trasporta nuovamente con sè il torneo “We Love Football“, la competizione giovanile under 15 più importante d’Europa. Per il secondo anno consecutivo, la location scelta dagli organizzatori sarà la storica Bologna che, a sua volta, metterà a disposizione due impianti (il “Biavati” di Corticella ed il “Negrini” di Castenaso) per l’iniziale fase a gironi, prima di aprire i cancelli del prestigioso “Renato Dall’Ara” in occasione di semifinali e finali in programma rispettivamente a Pasqua e Pasquetta.
L’ideatore della kermesse, quel Marco De Marchi tanto caro ai cuori rossoblu, ha sfruttato ancora una volta la sua popolarità internazionale per portare nella vecchia felsina i maggiori club del continente. Anzi, stavolta si è addirittura superato, estendendo l’invito persino oltreoceano.

Oltre ovviamente ai campioni in carica dell’Atletico Madrid, ci saranno gli scorsi finalisti del Paok Salonicco e non mancheranno certo i grandi nomi del calcio mondiale come Roma, Anderlecht o Juventus, ma l’attenzione principale sarà rivolta verso il Palmeiras, prima compagine sudamericana a prendere parte alla manifestazione.
Sveliamo allora le “pool”, dalle quali uscirà il vincitore di questa seconda edizione di “We Love Football”:
Girone A. Juventus, Everton, Bologna, Zenit San Pietroburgo.
Girone B.
Milan, Atletico Madrid, Italia B, Werder Brema.
Girone C. I
nter, Anderlecht, Sassuolo, Paok Salonicco.
Girone D.
Roma, Palmeiras, Atalanta, Lokomotiv Zagabria.

Si comincerà dunque la mattina del 12 Aprile (ore 10, stadio “Negrini”), con la partita inaugurale fra i greci del Paok ed il belgi dell’Anderlecht, a cui seguiranno 2 giorni initterrotti d’incontri per stabilire la graduatoria di ogni girone. Sabato 15 sarà già tempo di quarti di finale, con le migliori due classificate del girone B che si scorneranno contro i pari livello del girone D (ovviamente le prime affronteranno le seconde) sul campo del “Biavati”, mentre allo stadio comunale di Castenaso andrà in scena lo stesso spettacolo fra le migliori del girone A e quelle del raggruppamento C. Come già scritto, le Semifinali si disputeranno sotto gli attenti occhi della monumentale Torre di Maratona, sul verde manto del Dall’Ara, la Domenica seguente a partire dalle 15 e 30Il gran Finale è previsto per il giorno successivo, sempre nello stesso luogo alle ore 11. Arbitrerà Rizzoli, il meglio possibile per questi giovani talenti.

Oltre alla già citata presenza brasiliana, ci saranno un paio di news interessanti rispetto alla passata stagione. La prima sarà sicuramente rappresentata dal triangolare di calcio femminile fra Bologna, Sassuolo e Cesena in programma al centro Sportivo di Corticella, e con finalissima ovviamente prevista sempre sul curatissimo prato del “Renato Dall’Ara” lunedì 17 Aprile alle ore 9,45. L’altro “inedito assoluto” sarà il match dimostrativo a ranghi misti denominato “sfida i tuoi limiti”, fra la nazionale amputati ed una selezione dei migliori calciatori delle squadre già eliminate. Ricordandovi che il 10 Aprile ci sarà una meravigliosa partita di anteprima che vedrà in campo diverse vecchie glorie del nostro campionato come Di Vaio, Perez e Pagliuca, non mi resta che darvi appuntamento alla prossima settimana.
Cercherò di raccontarvi giorno dopo giorno l’evolversi di questo torneo, magari tentando di evidanziare eventuali prospetti per il futuro del football.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Lega Pro Girone B: Mantova di misura sulla Fermana, tre punti per la zona playoff