Udinese Genoa, Mandorlini: “Futuro? A me non lo si deve chiedere”

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

Sempre più in bilico la posizione di Mandorlini dopo Udinese Genoa: Grifone sconfitto 3 a 0, quarta sconfitta consecutiva, ancora nessun gol all’attivo, preoccupata la rimonta del Crotone a meno 9 dai rossoblù. Udinese Genoa, si è vista ancora una volta una squadra in difficoltà, poca cattiveria ed intensità, mancanza di obiettivi, di grinta ed ancora una volta un’altra umiliazione.
Mandorlini a fine partita a Radio Nostalgia ha così analizzato la gara:

“Siamo partiti meglio di loro, indipendentemente da chi c’è sulla panchina stiamo parlando di una gara persa 3 a 0, la squadra sono sicuro che ha la forza di fare punti, ma deve partite. Bisogna affrontare la realtà, le difficoltà ci sono, la poca fiducia, bisogna fare punti. Nel primo tempo benino, nella ripresa ormai la partita era quella, meritato il 3 a 0, dobbiamo farci delle domande, non è il momento in cui le cose vanno bene, abbiamo avuto miglior possesso palla. Direi che siamo andati diverse volte in avanti senza pero fare gol,è un momento difficile, molto. Bisogna fare di più di adesso, questo non basta”

Sul suo futuro Mandorlini si è così espresso,

Leggi anche:  Coppa Italia, probabili formazioni Inter-Milan: dubbi per Pioli, Conte lancia Eriksen?

“Io sono qua per adesso, a me non si devono fare queste domande, forse non basta, io sono pronto, adesso ci sono io”

Preziosi aveva parlato di un possibile ritiro in caso di altra sconfitta negativa a Udine. Il ko è arrivato ed è stato bello pesante, Mandorlini, riguardo a quest’ipotesi, ha fatto il suo commento:

“Se dobbiamo andare in ritiro, la squadra ed io siamo disposti a tutti, se può essere una medicina bene, dobbiamo portare a casa la salvezza. Faremo tutto, anche se dovremo andare in ritiro, siamo disposti a tutto, siamo in difficoltà anche psicologica. La squadra è compatta e sa delle difficoltà, la delusione si vede, i tifosi contestano ed è giusto cosi, ognuno è libero di credere e di decidere. La squadra però soffre”

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: