“We Love Football”, resoconto della seconda giornata del girone D

Pubblicato il autore: andrea nervuti Segui


In questa seconda giornata del torneo giovanile internazionale “We Love Football”, ho puntato dritto sul girone D e francamente non ho sbagliato. Troppa la curiosità di poter vedere all’opera il Palmeiras, ma anche di tastare con mano due dei vivai più floridi d’Italia come quello bergamasco e quello romano.
LOKOMOTIV ZAGABRIA v. ROMA  0-6   Marcatori: 20′ Carnevali, 33′ Carnevali, 41′ Calafiori, 48′ Tueto, 51′ Tueto, 58′ Antenori.
La partita.
Tutto molto facile per i giallorossi in questo match d’apertura della seconda giornata, anche se a causa di una sospetta imprecisione sotto porta, la squadra diretta da mister Fattori chiude il primo tempo in vantaggio di un’unica rete (incornata del centravanti Carnevali).
Bisognerà attendere la seconda frazione per stabilire le giuste distanze fra i capitolini ed un Lokomotiv Zagabria decisamente troppo al di sotto degli standard (aveva perso 6 a 1 proprio ieri contro il Palmeiras, nella gara di apertura). Nel lasso temporale di quindici minuti, la Roma ne timbra ben cinque agli sventurati avversari. Al terzo giro di lancette segna di nuovo Carnevali, con un comodo tap -in da due metri. Triplica Calafiori al settimo, con una conclusione deviata che scavalca Mikulic. Poi è il turno di Tueto, che ne sigla due nello spazio di 4 minuti (notevole il secondo, condito da un sombrero sul difensore prima di battere il portiere). Nel finale c’è gloria anche per il nuovo entrato Antenori, bravo a concretizzare nel migliore dei modi il cross basso di Ciervo.
Croati troppo soffici per poter impensierire un club che punta quantomeno alle semifinali della competizione. Sinceramente – con 12 gol subiti in appena due incontri – i bianco blu di Damir Ferencina si candidano per un “cucchiaio di Legno” virtuale, mentre la Lupa intravede i quarti; basterà non perdere domani contro i brasiliani di San Paolo.
Lente d’ingrandimento:
Tripi
– Centrocampista Roma –
Regista classico. Capitano e “normalizzatore” di molte palle sporche che transitano dalle sue parti.
CarnevaliAttaccante Roma – Si divora una palla gol clamorosa nel primo tempo, ma alla fine della fiera il suo nome è scritto sul tabellino dei marcatori per ben due volte.
TuetoAttaccante esterno Roma – Anche lui firma una doppietta. Certo, l’avversario non è dei più difficili ma il secondo gol personale merita un riconoscimento.
ATALANTA V. PALMEIRAS  3-2  Marcatori: 5′ Faye ( Atalanta),  10′ Gabriel Silva (Palmeiras), 16′ Renar Victor ( Palmeiras), 22′ Panada ( Atalanta), 48′ Panada (Atalanta).
La partita.
Non tradisce le attese il “big match” tra neroazzurri e Palmeiras. Ritmi alti e grandi giocate, soprattutto da parte dei ragazzi sudamericani. I primi a passare in vantaggio però sono gli orobici con Faye, bravo a sfruttare un lancio lungo proveniente dalle retrovie. Il pareggio Paulista è quasi immediato, e lo firma il guizzante trequartista Silva dopo una serpentina ubriacante dell’esterno Gabriel Guirro. Raggiunto l’equilibrio nel punteggio, l’Alviverde spinge sull’acceleratore fino al gol del sorpasso: punizione tagliata di Gustavo Garcia e zuccata imparabile del ruvido centrale Renan Victor da Silva.
L’incontro s’incendia ulteriormente e quando siamo al ventiduesimo l’Atalanta si guadagna un calcio di rigore. Entrata scomposta dentro i sedici metri; il fischio ci può stare. Dal dischetto si presenta capitan Panada, che spiazza il portiere Oliveira Mendes riportando i suoi in parità prima dell’intervallo.
La ripresa comincia coi sudamericani all’attacco, ma all’ottavo minuto i lombardi si guadagnano il secondo penalty consecutivo, a seguito di un tackle fuori tempo sul terzino  Yeressa. Ancora una volta calcia Panada: stavolta l’estremo difensore tocca ma non basta. Atalanta di nuovo avanti.
Nel finale di match, un Palmeiras ridotto in 9 dalle espulsioni del capitano per doppia ammonizione e del portiere per una smanacciata fuori area, tenta inutilmente un assedio tutto cuore e confusione. Il fortino neroazzurro regge, ed al triplice fischio è la squadra di Lorenzi a festeggiare la vittoria che quasi certamente varrà il passaggio ai quarti.
Lente d’ingrandimento:
Panada
– Difensore Centrale Atalanta – Preciso in difesa e freddo dagli undici metri. Partita notevole la sua.
Gustavo GarciaTerzino destro Palmeiras – Non solo l’assist per il gol del momentaneo sorpasso brasiliano, ma anche tanta corsa e grande sagacia tattica. Spinge, difende e sforna cross interessanti. Gran bel laterale.
Gabriel SilvaTrequartista Palmeiras – Tecnica prelibata, buona visione di gioco e tanto sacrificio. A volte si affeziona troppo al pallone, ma forse fa tutto parte della tradizione dei numeri 10 che hanno indossato quella maglia prima di lui.
Cauan de Lima Ala Palmeiras – Per ultimo scelgo l’ala sinistra, anche se ce ne sarebbero almeno altri tre da segnalare per varie ragioni.  In questa partita non sempre fa la scelta giusta, ma è una scheggia rapidissima dal tocco di palla raffinato. Un furetto che tiene in costante apprensione la difesa atalantina.
Classifica girone D: 4 Roma e Atalanta, 3 Palmeiras, 0 Lokomotiv
Ultimo turno: Roma v. Palmeiras; Atalanta v. Lokomotiv

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere amichevole Wisla Cracovia-Napoli, streaming e diretta TV8?