Grande Torino: cerimonia a Superga, 68 anni dalla tragedia

Pubblicato il autore: admin_catena

Superga, teatro dello schianto che alle 17.05 del 4 maggio del 1949 spazzò via per sempre il Grande Torino, una delle più forti squadre del mondo di tutti i tempi.

“Gli eroi sono sempre immortali agli occhi di chi in essi crede. E così i ragazzi crederanno che il Torino non è morto: è soltanto in trasferta”. Cita Indro Montanelli, che così ricordava la tragedia di Superga, la sindaca di Torino Chiara Appendino. In occasione dell’anniversario dell’incidente aereo in cui 68 anni fa persero la vita 31 persone, tra cui 18 calciatori, 3 dirigenti, 2 allenatori, 3 giornalisti e 4 membri dell’equipaggio.
La prima cittadina ha reso omaggio al Grande Torino depositando una corona di alloro sulla lapide che ricorda le vittime. Con lei era presente l’assessore comunale allo Sport, Roberto Finardi. “Aggiungo inoltre tutta la mia solidarietà ai tifosi del Torino – ha scritto la Appendino via social – per le vergognose scritte comparse sulla strada verso Superga l’altra notte. Un’offesa non solo per i tifosi granata, ma per tutti coloro che si riconoscono nei valori sportivi del rispetto e della solidarietà. Ci siamo immediatamente mossi per coprire quello scempio e ringrazio tutti gli uffici che in tempi brevissimi hanno portato a termine l’intervento“.

Leggi anche:  Nations League, dove vedere Ungheria-Italia streaming gratis e diretta TV

Questa volta sarà un 4 maggio assolutamente particolare e differente rispetto al solito.
Per la prima volta nella storia infatti ci sarà il derby della Mole: sabato sera alle ore 20.45 il Torino sarà ‘ospite’ della Juventus per disputare la seconda stracittadina di questa stagione, un evento che come detto mai si era trovato ad essere direttamente consequenziale alla commemorazione del Grande Torino.


Il trimotore Fiat G.212, marche I-ELCE, delle Avio Linee Italiane, dopo lo schianto contro il terrapieno posteriore della Basilica di Superga.

Inoltre, in mattinata, si terrà anche un importante evento riguardante un altro luogo della tradizione granata, lo stadio Filadelfia. Attraverso i comunicati del Torino FC e della Fondazione Filadelfia, ecco la ricostruzione della giornata: al mattino si terrà una conferenza stampa riguardo lo storico impianto con la presentazione per programma per l’Inaugurazione al quale presenzieranno alcuni membri della società. Nel frattempo i ragazzi di Mihajlovic svolgeranno una sessione di allenamento, per poi pranzare e partire alla volta di Superga. Giornata fitta di impegni tutti all’insegna della passione per il Torino. I granata saranno guidati come sempre dal patron Urbano Cairo, che non ha mai perso un appuntamento da quando nel 2005 è diventato presidente.
Per molti del Torino sarà la prima volta, a cominciare dall’allenatore. Per qualcun altro potrebbe essere anche l’ultima, come per il bomber Andrea Belotti, il gioiello da 100 milioni da esibire nel prossimo calciomercato.

Ecco di seguito i due comunicati di Torino FC e Fondazione Filadelfia:

Leggi anche:  Attento Bari: ecco le richieste dalla Serie A in arrivo

Il programma di domani prevede un altro allenamento mattutino, cui seguiranno il pranzo e la partenza per Superga dove, alle 17, verrà celebrata la Santa Messa in suffragio del Grande Torino e delle vittime della sciagura aerea del 1949.

“Giovedì 4 maggio 2017 alle ore 11 a Palazzo Civico, presso la Sala Orologio, in piazza Palazzo di Città, si svolgerà la Conferenza Stampa per presentare il programma di Inaugurazione dello Stadio Filadelfia. Saranno presenti Autorità, Fondazione Stadio Filadelfia, Torino F.C. e sponsor.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: