Inter-Chelsea, probabili formazioni amichevoli di oggi International Champions Cup

Pubblicato il autore: Salvatore Musco Segui

 

Tra poco più di tre ore, nello specifico alle 13:35 ora italiana, l’Inter di Luciano Spalletti, dopo le vittorie  sul Lione e sul  Bayer nelle prime due partite, si prepara ad affrontare la terza partita dell’International Champions Cup contro il Chelsea di Antonio Conte. Seppur un’amichevole, la direzione tecnica dei due allenatori sicuramente non lascerà nulla al caso, anzi sarà un modo per testare i moduli e i nuovi innesti in vista dell’inizio dei rispettivi campionati nazionali, Serie A e Premier League (che come ogni anno inizia una settimana in anticipo rispetto al campionato italiano). Teatro della sfida sarà ancora una volta il National Stadium di Singapore, inaugurato nel 2014, può contenere fino a 55.000 posti, dove appena due giorni fa l’Inter grazie ad una doppietta di Eder si è aggiudicata la vittoria per due reti  a zero contro il Bayern Monaco di Carletto Ancellotti.
Spalleti, dovrebbe confermare la formazione vista contro i Tedeschi con il dubbio ballottaggio in attacco tra Eder che si è contraddistinto particolarmente per le ottime prestazioni fin’ora viste in pre-campionato e il capitano Mauro Icardi che sta recuperando dopo l’infortunio dello scorsa stagione, mentre in difesa Murillo potrebbe sostituire Miranda. Antonio Conte non proprio soddisfatto dopo il k.o con il Bayern per tre a due, sembra intenzionato a schierare tra i titolari il nuovo arrivo di peso allo Stamford Bridge, Alvaro Morata già adoperato contro il Bayer al posto di Basthuayi e in difesa si dovrebbe rivedere tra i titolari David Luiz.

Leggi anche:  Napoli-Milan 1-3: i rossoneri espugnano il San Paolo. Doppietta di Ibra

Queste le formazioni che dovrebbero scendere in campo alle 13 e 35:

Chelsea (3-4-1-2): Courtois, Cahill, D.Luis? (Christensen), Azpiliqueta, Kante, Fabregas, Moses, Boga, Wilian, Morata? (Batshuayi) Panchina: Baker, Bulka, Caballero, Clarke Salter J, Eduardo, Kalas, Christensen, Barshuayi, Pasalic, Remy, Scott, Tomori.

Inter (4-2-3-1): Handanovic, D’ambrosio, Miranda? (Murillo), Skriniar, Nagatomo, Joao Mario, Kondongbia, Perisic, Candrea, Icardi? (Eder) Panchina: Berni, Ansaldi, Biabiany, Brozovic, Padelli, Pinamonti, Ranocchia, Pissardo, Gagliardini, Jovetic, Murillo ,Gabriel, Rivas Lopez, Valietti, Emmers, Eder.

Intanto Spalletti in conferenza stampa ha ribadito la volontà di trattenere Ivan Perisic, corteggiato dal Manchester United di Mourinho e che fino a qualche settimana fa sembrava essere un sicuro partente.
Troppo il divario tra domanda e offerta, l’Inter valuta il giocatore almeno 55 milioni di euro invece la proposta del Manchester si aggira attorno ai 25/30 milioni. L’allenatore neroazzurro è deciso! Queste sono le sue parole:
“C’era una trattativa che non ha avuto seguito quindi io considero chiuso in discorso. Mi opporrò con forza alla sua cessione”. A questo punto il più sacrificabile parrebbe Antonio Candreva di cui Antonio Conte ne è un estimatore.  Nel caso in cui l’esterno destro italiano in forza all’inter dovesse partire, sembra che la dirigenza neroazzurra si sia già tutelata dimostrando interesse per l’ala colombiana della Juve Juan Cuadrado che potrebbe trovare poco spazio dopo gli l’arrivi di Douglas Costa e Bernardeschi.
Anche Antonio Conte chiude  definitivamente il discorso del corteggiamento di Suning prima dell’approdo di Spalletti:  “Non credo ci sia da far chiarezza su questo argomento, c’erano altri due anni di contratto con il Chelsea, pertanto ho deciso di continuare”.

  •   
  •  
  •  
  •