Juventus-PSG 3-2, Higuain e doppietta Marchisio per la vittoria bianconera

Pubblicato il autore: Salvatore Musco Segui


Nel prestigioso torneo estivo International Champion Cup che si disputa in Nord e centro America, dopo l’esordio con sconfitta per 2 a 1 col Barcellona, la Juventus si aggiudica la vittoria nella seconda partita battendo il Paris Saint Germain 3-2 all’ Hard Rock Stadium di Miami.

Primi segnali positivi per Massimiliano Allegri che schiera due formazioni totalmente diverse tra primo e secondo tempo. Parte con il solido 4-2-3-1  quasi titolare con Buffon, Alex Sandro, Chiellini e Lichsteiner dietro. Nel centrocampo l’unica novità è l’inserimento davanti alla difesa del nuovo acquisto Bentancur accanto a Khedira, poi i soliti tre dello scorso anno, Dybala, Mandzukic e Cuadrado dietro all’unica punta Higuain.
Il team di Emery schiera invece un 4-3-3 con dietro, Areola ,Meunier , Kimpembe, Thiago Silva e Berchiche, a centrocampo  Matuidi , Thiago Motta  e Verratti, avanti i due esterni Lucas Moura, Di María e al centro Edinson Cavani. Pronti via, Bentancur grande lancio sulla destra per Dybala che rientra sul sinistro e la palla va di poco a lato.

Leggi anche:  L'inchiesta di Report sui veri proprietari del Milan: ecco dove vedere la puntata in streaming gratis e diretta tv

Un’ottima Juve grintosa e aggressiva sulle fasce nel primo tempo con Alex Sandro e Cuadrado che mettono apprensione alla difesa del PSG. Le uniche occasioni dell’avversario nascono dai piedi di Cavani e Di Maria ma risultano sterili. Dybala  sfiora due volte il gol su punizione al 29′ e al 30′, poi la sblocca il solito cannibale Higuain al quarantacinquesimo minuto dopo la chiusura di un triangolo perfetto con Dybala, a conferma del feeling affinato nella scorsa stagione. Al rientro dagli spogliatoi, Emery e Allegri stravolgono le formazioni operando rispettivamente otto e dieci cambi. La Juventus con il nuovo schieramento del modulo 4-5-1  si distrae dietro e il PSG prende il sopravvento in attacco  con Di Maria che infila la difesa bianconera servendo  un assist al 54′ a Guedes a cui non rimane altro che spingerla in rete. Al 61′ si fa notare il classe 2000 Kean che con una progressione sulla destra mette in affanno la difesa del PSG e regala il pallone del nuovo vantaggio a Marchisio che dal limite dell’aria batte con il sinistro direttamente sotto la traversa. Dopo il gol il PSG si butta avanti, Pinsoglio subentrato a Buffon salva due volte ma all’81’ deve arrendersi al tocco di testa preciso di Pastore su assist di Kurzawa.
La Juve riesce a raccogliere le ultime energie con il giovane Kean che con una azione personale ed insistita  si guadagna all’89’ un calcio di rigore che Marchisio trasforma nel gol della vittoria. Positive e ottimista le dichiarazioni di Allegri dopo il match contro il PSG:

Leggi anche:  Milan, fiato sospeso per Ibrahimovic: infortunio al San Paolo

“E’ stato un bell’allenamento, ci sono state buone trame di gioco sia nel primo che nel secondo tempo. Bisogna migliorare la condizione, la fase di palleggio e la fase di conclusione dell’azione, ma abbiamo tutto il tempo per prepararci e farci trovare pronti per la Supercoppa, […] dobbiamo alzare l’asticella e provare ad arrivare di nuovo in finale di Champions, magari questa volta vincerla […]”. Un Allegri quindi soddisfatto dell’andamento della squadra  in vista della partita che mette in palio il primo trofeo stagionale, la Supercoppa  che si disputerà il 13 agosto allo stadio Olimpico contro la Lazio di Simone Inzaghi.

  •   
  •  
  •  
  •