L’Italia ritorna ad avere in pugno l’Inter. Alessandro Antonello è il nuovo Ceo voluto da Suning

Pubblicato il autore: Benedicta Felice Segui

Rivoluzioni societarie per l’Inter di Spalletti che vede il ritorno del tricolore italiano nei vertici della dirigenza nerazzurra. Infatti, la novità del periodo concerne la nomina di Alessandro Antonello come nuovo Ceo e il rimpiazzo dell’a.d. Liu Jun.
Le ragioni della sostituzione vanno individuate nell’ inadeguatezza dimostrata dall’ex amministratore delegato nello svolgimento del suo incarico. Liu Jun aveva sollevato dal ruolo  il britannico Michael Bolingbroke ad interim dal novembre scorso che era stato scelto dal presidente Erick Thohir.
Il nuovo Ceo sarà in carica da inizio settembre, nonostante facesse parte del club nerazzurro da due anni ed essendo già sia direttore finanziario che degli affari legali della società Puma Italia.
La scelta del Presidente è stata spiegata dal consigliere Steven Zhang, figlio del Chairman Jindong che ha spiegato: “L’Inter è un club italiano e le sue radici sono a Milano. Per questo abbiamo scelto Alessandro, manager di alto livello ed esperienza internazionale e soprattutto tifoso interista fin dall’infanzia”.
A tal proposito infatti, Antonello è riuscito a realizzare il suo secondo sogno, passando da direttore operativo ad amministratore delegato.
Una carriera di scalate importanti per il bergamasco che a distanza di pochi anni è passato da Cfo cioè (responsabile finanziario) a Coo (direttore operativo) fino al brillante Ceo (amministratore delegato).
Antonello, nel corso della sua carriera è stato l’artefice di notevoli successi per la società nerazzurra. Due dei più importanti sono stati l’approdo della Finale di Coppa dei Campioni a Milano con investimenti e lavori di ammodernamento dello stadio i quali hanno apportato considerevoli benefici alle società, dalle sale hospitality, all’abbattimento delle barriere, ad una migliore accoglienza. Il secondo è stato ed è quello di fare dell’Inter un brand di livello mondiale, pensando in modo globale ai tantissimi tifosi presenti principalmente in Cina, considerando che “un cinese su 10 ha la Beneamata nel cuore”.
Antonello ha chiaro il suo obiettivo: far arrivare in alto la sua squadra per la quale fin da piccolo ha nutrito una forte passione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Maradona è andato dal "Barba", basta coi moralismi
Tags: