Milan, Cutrone guida la bella gioventù di Montella. Addio Bacca, Fassone frena su Kalinic

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
cutrone

Il Milan ha un nuovo gioiello in casa, Patrick Cutrone

Milan, altro gioiello del ’98. E’ Patrick Cutrone la sorpresa più bella di questi primi assaggi della stagione rossonera. L’attaccante ha già segnato tre gol in tre partite, segnando una bella doppietta contro il Bayern Monaco di Carlo Ancelotti. Dopo Locatelli quindi Montella può contare su un altro classe ’98, che conferma la bontà del lavoro svolto da Filippo Galli nel settore giovanile rossonero. Buon fisico e grande fiuto del gol, Cutrone è un attaccante ideale per il gioco di Montella. Il giovane bomber, comasco di nascita, gioca con e per la squadra, come si è notato nell’azione del suo secondo gol personale contro il Bayern.”Cutrone è incedibile” così fanno sapere dagli ambienti milanisti, spegnendo per il momento voci di possibili cessioni in prestito. Anzi il numero 63 potrebbe anche giocare titolare giovedì prossimo in Europa League contro il Craiova. L’allenatore rossonero ha già dimostrato di non avere troppe remore a lanciare i giovani in prima squadra come nella passata stagione. Con Bacca in partenza e André Silva in rodaggio potrebbe scoccare l’ora di Cutrone, il futuro a Milanello è già oggi.

Leggi anche:  Un Ibrahimovic famelico...

L’unico giocatore di movimento a non essere sceso in campo contro il Bayern Monaco è stato Carlos Bacca. Montella ha spiegato che il colombiano non ha giocato per evidenti questioni di mercato. Bacca partirà questo è chiaro, Marsiglia resta la destinazione più probabile. Il Milan però non ha fretta e aspetta l’offerta giusta per l’ex Siviglia, pagato 30 milioni di euro due stagioni fa. Bacca non giocherà neanche contro il Craiova, i suoi giorni al Milan sono sempre più contati.

Il Milan si gode Cutrone, Fassone non ha fretta per Kalinic

I gol di Cutrone stanno avendo un effetto moviola sul mercato del Milan. Al rientro dalla Cina l’amministratore delegato rossonero Marco Fassone ha fatto il punto della situazione. “In attacco faremo ancora qualcosa, ma non abbiamo fretta. Il mercato è ancora lungo, mancano 40 giorni, la squadra è già molto competitiva, ora ci concentriamo sull’Europa League”. Parole che fanno capire come l’affare Kalinic resti in stand by con la Fiorentina. Con Belotti e Aubameyang che si allontanano sembra il croato il più vicino a diventare un nuovo attaccante del Milan, ma senza alcuna fretta.

Leggi anche:  Fabiano Santacroce a SuperNews: "Napoli-Milan 1 a 3? Errori evitabili in difesa, ma ottimo lavoro di Gattuso. Crespo l'attaccante più difficile da marcare"

Come detto il Milan è rientrato stamane dalla Cina. Montella può sorridere per l’impatto dei nuovi acquisti con Musacchio, Rodriguez e Kessié che sembrano già delle certezze. Biglia all’esordio è piaciuto, Calhanoglu è in crescita e Bonucci ha bisogno solo di mettere benzina nella gambe. Così come Conti, che all’esordio è sembrato un po’ frastornato dai tanti viaggi fatti nelle ultime settimane. L’Aeroplanino può contare anche su un Bonaventura che sembra essersi messo alle spalle il lungo infortunio. Contro il Bayern Monaco è piaciuto molto anche Niang. Il francese ha giocato una grande partita, anche dal punto di vista tattico. Che la sua terza vita in rossonero possa essere quella giusta? Lo scopriremo molto presto, magari già da giovedì in Romania.

  •   
  •  
  •  
  •