Reggina, positivo l’avvio della preparazione della squadra di Maurizi

Pubblicato il autore: Enzo La Piana Segui

 

Risultati immagini per foto logo reggina

E’ una Reggina molto giovane quella creata dal duo Basile – Maurizi, che del fraseggio, mentalità e duttilità dovrà farne tesoro per assimilare al meglio il 4-3-1-2, che il tecnico amaranto intende adottare. In attesa di capire le strategie per la porta, dove si registra la presenza del giovane Chucchietti e di Licastro, desideroso di fare la prima esperienza da titolare, in casa amaranto si fanno le prime valutazioni.

Tantissimi i giovani che hanno riempito le caselle rimaste vuote in organico, il tutto in linea con le intenzioni della società dello Stretto, che ha voluto ringiovanire l’intera rosa. Il nuovo sistema di gioco del tecnico di Colleferro – che lavora molto sulla palla con interpretazioni tattiche innovative – ha comportato dei cambiamenti, per quel che riguarda i ruoli e le posizioni assunte in campo degli elementi a sua disposizione.

Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 6.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN

Interessante, la nuova posizione di De Francesco, elemento di qualità e punto di riferimento della squadra, che il tecnico della Reggina ha messo al centro del proprio progetto tattico, spostandolo in cabina di regia.

Mentre la squalifica fino a metà Ottobre, del figlio d’arte Di Livio, priverà la squadra di un’elemento che Maurizi ha individuato come trequartista da utilizzare dietro le due punte spunta l’idea per la sua sostituzione dell’inserimento di Marino – ex Sicula Leonzio – a ridosso delle punte.

Intanto, dopo Tulissi e Marino, l’organico amaranto, si arricchisce assicurandosi le prestazioni di Sergio Garufi – nell’ultima stagione alla Lupa Roma – esterno classe 95′ il cui arrivo potrebbe far cadere ogni interesse manifestato in precedenza dal club amaranto su Raggio Garibaldi.

Non è comunque escluso che l’uomo mercato Salvatore Basile, possa regalare ai tifosi amaranto qualche altro colpo per la batteria degli under, oltre ovviamente a quegli over che dovranno dare esperienza ad una rosa giovanissima.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: