Cassano a 360 gradi: dall’addio al Verona al possibile ritiro dal calcio

Pubblicato il autore: GIACOMO MARGIOTTA Segui

Antonio Cassano a 360 gradi. Il fantasista di Bari vecchia si lascia andare in un’intervista dove parla del suo futuro e dei temi più salienti dell’attualità calcistica. Fantantonio afferma che il feeling con il Verona non era mai scoppiato e che ha preferito dire addio al club veneto prima di iniziare il campionato. Per affrontare al meglio la stagione, secondo il talento barese si deve essere pienamente coinvolti e motivati, al fine di sposare un progetto e fare bene. Cassano non nasconde che le uniche due destinazioni che potrebbero ridargli la voglia di giocare potrebbero essere l’Entella di Roberto Breda o il Cagliari di Massimo Rastelli. C’è da dire comunque, che se le eventuali trattative non verrebbero concluse entro settembre, Cassano potrebbe davvero l’ipotesi di ritirarsi dal calcio giocato.

Leggi anche:  Roma-Cska 5-1, Mou: "Bene solo il risultato, il resto non mi è piaciuto"

L’ex Sampdoria, si lascia andare anche a dei commenti relativi al calciomercato appena cominciato.  In primis, consiglia l’attaccante Schick all’Inter considerandolo uno dei più forti talenti al momento sul piazza, secondo lui più forte anche dell’argentino Dybala. C’è spazio anche per una considerazione su Francesco Totti. Per Cassano l’eterno capitano della Roma doveva ancora continuare a regalare le sue magie, lo stesso discorso riferendosi a Gigi Buffon, considerato dal barese ancora il più forte di tutti tra i pali

  •   
  •  
  •  
  •