Champions League, Celtic qualificato. Il tecnico Rodgers “Ora superiamo la fase a gironi”

Pubblicato il autore: Angelo Franchitto Segui

 

Champions League Celtic-Linfield

Il Celtic, club scozzese, parteciperà per la decima volta nella sua storia alla fase a gironi di Champions League.
Bernard Rodgers, c.t. dei britannici ha parlato ieri sera, dopo la partita di playoff persa nella trasferta in Kazakhstan 4-3 contro l’Astana, ma con la qualificazione alla prossima Champions League conquistata in virtù del successo dell’andata per 5-0, dicendo di voler vedere il suo Celtic giocare in Europa, tra le grandi squadre del calcio continentale e mondiale, anche dopo la pausa natalizia.
“Abbiamo centrato l’obiettivo”. Così ha commentato Rodgers la prestazione dei suoi ragazzi. “Una serata da celebrare. Penso che quello che vogliamo provare a fare quest’anno è superare la fase a gironi e ritrovarci a giocare in Europa anche dopo Natale.”
Rodgers è rimasto scottato dalla passata stagione dove, nella fase a gironi, si è ritrovato (con il suo Celtic) in ultima posizione, alle spalle di Barcellona, Manchester City e Borussia Monchengladbach.
I campioni di Scozia conosceranno il proprio girone e il calendario con cui incontreranno gli avversari giovedì alle 18 nella sede UEFA di Monaco (Francia), sapendo che saranno inseriti in ultima fascia, a meno che i tedeschi dell’Hoffenheim non superino il Liverpool nel playoff di questa sera.
L’importanza di essersi qualificati, per il Celtic, sta nel fatto che il girone permetterà alle prime due classificate di accedere agli ottavi di finale, mentre le terze resteranno comunque in Europa, andando a giocare in Europa Leaugue (seconda competizione a livello continentale per importanza).
Rodgers ha ricordato che il Celtic ha avuto un percorso importante nel torneo dei Playoff; superando il Linfield ed il Rosenborg. Quindi ci sono buone ragioni per essere allegri di aver passato indenni anche la sfida con l’Astana, considerando che si è trattata della sesta sfida europea di qualificazione alla Champions.
“Ora siamo tra i club migliori- quelli della Champions Leaugue-, giocheremo ancora con giocatori fantastici, con i giocatori migliori, con giocatori dal grande talento e di esperienza. Se riusciremo a restare in Europa anche dopo Natale, significherà che avremo fatto un’ulteriore passo in avanti.”
Adesso si guarda solo al sorteggio, perché comunque il Celtic giocherà sei partite europee con tutti i vantaggi che giocare in Champions League comportano.

Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 4.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN

La Champions è un’occasione da sfrutta a livello economico, commerciale, turistico anche. Giocare in Champions è un vantaggio non solo per la squadra e per la città di Glasgow, ma anche per la Scozia.
Per le prossime gare europee il c.t. degli scozzesi premerà molto sulla fase difensiva della sua squadra. Ha infatti elogiato il gioco dei suoi uomini nella gara di andata contro l’Astana, quando la difesa è stata impenetrabile, i giocatori bravi nel gestire i momenti in cui c’erano cambi di gioco e le azioni degli avversari si facevano pressanti. Il ritorno è stato meno convincente, si è segnato tanto ma si è anche subito tanto.
Quando una squadra non riesce a gestire la fase difensiva è più facile correre dei rischi e perdere la partita.
Bisogna provare a migliorare la fase difensiva e gli uomini di Rodgers si dicono pronti a seguirlo e a migliorarsi.
La sconfitta con l’Astana resta comunque una buona prova dove si è capito l’importanza di migliorare la fase difensiva.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,