Francesco Totti: il futuro in Champions della Roma è nelle sue mani

Pubblicato il autore: Daniele La Rocca Segui
Totti

Francesco Totti, nella foto durante un’esultanza, domani sarà protagonista dei sorteggi Champions a Montecarlo.

Sarà nelle mani di Francesco Totti un auspicabile buon inizio in Champions League per le squadre italiane e soprattutto per la sua Roma. Domani a Montecarlo si terranno i sorteggi dei gironi della Uefa Champions League 2017/18 e l’ex capitano giallorosso sarà presente per ricevere il premio alla carriera direttamente dalle mani del presidente Uefa Ceferin.

L’appuntamento è fissato per domani alle ore 18, a Montecarlo, Francesco Totti e Andriy Shevchenko saranno protagonisti dell’estrazione per la conseguente composizione degli otto gironi di Uefa Champions League.
Durante la cerimonia di estrazione verranno consegnati alcuni premi:
Premio calciatore dell’anno
Premio calciatrice dell’anno
Miglior portiere della stagione 2016/17 di Uefa Champions League
Miglior difensore della stagione 2016/17 di Uefa Champions League
Miglior centrocampista della stagione 2016/17 di Uefa Champions League
Miglior attaccante dalle stagione 2016/17 di Uefa Champions League
Verrà assegnato, inoltre, il premio del presidente Uefa, più noto come President’s Award, lo riceverà Francesco Totti per “gli straordinari traguardi, l’eccellenza professionale e le qualità personali esemplari” mostrate durante la sua lunga e leggendaria carriera con la sua unica maglia: quella della Roma.
Lo stesso premio è stato riconosciuto anche a Paolo Maldini nel 2003 e Gianni Rivera nel 2011.

Francesco Totti, a giugno nel momento in cui ha saputo della futura premiazione ha scritto: “Desidero ringraziare la Uefa e il presidente Ceferin per il President’s Award. E’ un onore leggere il mio nome tra quelli grandi del passato. Vedere riconosciuta a livello internazionale la mia fedeltà alla maglia della Roma è un motivo di orgoglio

Quindi il futuro europeo della Roma è legato a doppio filo alle mani del suo ex capitano e ora dirigente, paradosso se pensiamo che fino allo scorso anno erano i piedi di Francesco Totti a fare la differenza.

Composizione delle fasce
In prima fascia la squadra detentrice del torneo e le squadre vincitrici dei sette migliori campionati per ranking Uefa; seconda, terza e quarta fascia si compongono a seconda del ranking Uefa delle squadre qualificate direttamente oppure dagli spareggi finiti proprio pochi minuti fa. Le squadre dello stesso paese non possono incontrarsi alla fase a gironi, quindi la Roma non incontrerà la Juventus.

Prima fascia
REAL MADRID – BAYERN MONACO – JUVENTUS – BENFICA – CHELSEA – MONACO – SPARTAK MOSCA – SHAKHTAR DONETSK

Seconda fascia
BARCELONA – ATLETICO MADRID – PARIS SAINT GERMAIN – BORUSSIA DORTMUND – SIVIGLIA – MANCHESTER CITY – PORTO – MANCHESTER UNITED

Terza fascia
NAPOLI – TOTTENHAM – BASILEA – OLYMPIACOS – ANDERLECHT – ROMA – BESIKTAS – LIVERPOOL

Quarta fascia
CELTIC – FEYENORD – LIPSIA – MARIBOR – CSKA MOSCA – QUARABAG – SPORTING CLUB DE PORTUGAL – APOEL

La seconda fascia è la peggiore che potesse crearsi negli ultimi anni e rappresenterà un’insidia per la Roma e per le altre due italiane qualificate alla massima competizione.
La mano di Francesco Totti sarà decisiva, speriamo anche fortunosa per i tifosi giallorossi, che rischiano la composizione di un girone infernale, magari la mano del suo ex capitano potrebbe raffreddarlo un po’ e fare un favore alla sua Roma, proprio quest’anno, che ha definitivamente appeso gli scarpini al chiodo e ha deciso di dedicarsi all’attività dirigenziale.
Domani ne sapremo sicuramente di più e vedremo se i tifosi giallorossi potranno gioire per la mano calda di Francesco Totti oppure dovranno rassegnarsi a vedere la loro squadra affrontare un girone di quelli importanti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Champions League, dove vedere Milan - Atletico Madrid: diretta TV e streaming, SKY o DAZN?